Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Segnalazioni Contatti Mappa del sito Mappe satellitari Meteo Cartoline


Provincia di AGRIGENTO


Visita il capoluogo

I Comuni

LE NOVE PROVINCE SICILIANE

Provincia di Agrigento Provincia di Caltanissetta Provincia di Catania Provincia di Enna Provincia di Messina Provincia di Palermo Provincia di Ragusa Provincia di Siracusa Provincia di Trapani

:: Santa Elisabetta » La storia

Monumenti Eventi Cartoline Galleria Brochure Commenti Link

Ove son or le meraviglie tue
O regno di Sicilia? Ove son quelle
Chiare memorie, onde potevi altrui
Mostrar per segni le grandezze antiche?


(Dal Fazello - Storia di Sicilia,
deca I,lib. VI,cap.I)






Santa Elisabetta è un piccolo comune situato a nord di Agrigento a 457 metri sul livello del mare.
Il paese fu fondato nel 1670 da Nicolò Giuseppe Montaperto, della cui moglie probabilmente porta il nome, nel feudo di Cometa. Molto presto vi si insediarono soprattuttto pastori della vicina Raffadali.
Altri ritengono che il nome Santa Elisabetta fu dato al paese in onore dell'omonima santa.
Ma la zona è stata certamente abitata in epoca assai remota. Sul versante settentrionale della vicina collina Kelli sono state rinvenute, intatte, tombe sicane del primo millennio avanti Cristo. Ma tutta la zona è di grande interesse archeologico e non mancano, di anno in anno, spedizioni scientifiche che portano alla luce reperti interessanti. Nel Medioevo il piccolo centro di Santa Elisabetta ha avuto una storia piuttosto modesta e legata soprattutto alle alterne vicende delle famiglie nobiliari che s'investirono dei titoli relativi. Nel 1649 alcuni cittadini, ai comando di Giuseppe Montaperto, incaricato dal cardinale Trivulzio di rimettere ordine in Sicilia e ad Agrigento, infestate di delinquenti, si distinsero per coraggio e fedeltà, tanto che ottennero dai cardinale vicerè Trivulzio la dilazione di qualsiasi debito per cui si pagava la decima in favore delle famiglie che andassero ad abitare quelle terre. Nel XVII secolo appartenne prima alla nobile famiglia dei Bonanno, poi ai principi Lanza.
Nel 1748 divenne un Ducato e ciò diede maggiore prestigio al paese, ma non servi a favorire il decollo ecocomico. Il borgo fu quindi sotto la giurisdizione del comune di Aragona e solo nel 1955 è stata elevata a Comune autonomo nel 1955.
Santa Elisabetta ha scritto importanti capitoli nella storia della nascita del movimento operaio in Sicilia. Nel periodo dei "fasci siciliani" e durante le lotte contadine del dopoguerra. la città è stata protagonista di eventi significativi.

Economia
L'economia del paese si basa prevalentemente sull'agricoltura (grano, ceci, fave, mandorle, pomodori, uva) e sulla pastorizia. Fiorente è l'allevamento di ovini che vengono esposti nell'annuale Fiera del Bestiame che si tiene nel mese di settembre. Sono presenti piccole industrie edili

Segnala presso:



Visualizzazione ingrandita della mappa

COMUNI E LOCALITA' NELLA PROVINCIA DI AGRIGENTO
AgrigentoAlessandria della RoccaAragonaBivona
BurgioCalamonaciCaltabellottaCamastra
CammarataCampobello di LicataCanicattiCasteltermini
CastrofilippoCattolica EracleaCiancianaComitini
FavaraGrotteJoppolo GiancaxioLampedusa e Linosa
LicataLucca SiculaMenfiMontallegro
MontevagoNaroPalma di MontechiaroPorto Empedocle
RacalmutoRaffadaliRavanusaRealmonte
RiberaSambuca di SiciliaSan Biagio PlataniSan Giovanni Gemini
Sant Angelo MuxaroSanta ElisabettaSanta Margherita di BeliceSanto Stefano Quisquina
SciaccaSiculianaVillafranca