Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Segnalazioni Contatti Mappa del sito Mappe satellitari Meteo Cartoline


Provincia di AGRIGENTO


Visita il capoluogo

I Comuni

LE NOVE PROVINCE SICILIANE

Provincia di Agrigento Provincia di Caltanissetta Provincia di Catania Provincia di Enna Provincia di Messina Provincia di Palermo Provincia di Ragusa Provincia di Siracusa Provincia di Trapani

:: San Giovanni Gemini » La storia

Monumenti Eventi Cartoline Galleria Brochure Commenti Link

Ove son or le meraviglie tue
O regno di Sicilia? Ove son quelle
Chiare memorie, onde potevi altrui
Mostrar per segni le grandezze antiche?


(Dal Fazello - Storia di Sicilia,
deca I,lib. VI,cap.I)






Ai piedi del Monte Gemini, posto a 672 metri sul livello del mare, sul versante orientale del Monte Cammarata, il più alto dei Monti Sicani ( con i suoi m. 1568), la cittadina di San Giovanni Gemini è delimitata a Nord da un'ampia fascia di verde pubblico detta "la Pineta" ed è separata da Cammarata dal fiume Turibolo.
Dista 56 Km da Agrigento ( S.S.189) e conta una popolazione di poco più di ottomila abitanti, nonostante sia alto il numero di emigranti.
L'origine del territorio di San Giovanni Gemini risale al 1451, anno in cui Federico Abatellis, Conte di Cammarata, ebbe dal Re Ferdinando il privilegio di edificare nei suoi feudi. Nel 1507 fu concessa la "licentia populandi" ai conti di Cammarata. In quei decenni a seguito di una frana che colpì la parte settentrionale di Cammarata, si verificò una migrazione di persone verso il vicino pianoro di San Giovanni Gemini.
Le prime case del nuovo centro, inizialmente chiamato San Giovanni di Cammarata, si edificarono intorno alla chiesa di San Giovanni Battista (oggi chiesa del Carmelo) costruita nel primo decennio del 1500 dagli stessi Conti di Cammarata.
Solo un secolo dopo ebbe una propria autonomia che ne separò le sorti dalla vicina Cammarata.
Dello stesso periodo sono le numerose chiese ed il Convento dei Cappuccini, arricchito da belle tele dell'artista Padre Fedele da San Biagio.
San Giovanni avvertì l'esigenza dell'autonomia da Cammarata molto presto. Già alla fine del 1500 erano sorte discordie tra i residenti delle due zone che popolavano il Monte Cammarata.
Così, Il 9 giugno del 1587, l'aumento della popolazione e l'espansione del paese indussero don Ercole Branciforte a dividere il territorio di Cammarata da quello di San Giovanni Gemini e garanti ai due centri una distinta attività ed autonomia civile e amministrativa. Il 10 novembre dello stesso anno, il borgo di San Giovanni Gemini venne elevato a ducato da Filippo II di Spagna.
Tra il 1552 ed il 1578, per volontà del Conte Ercole Branciforti, venne costruito il convento dei Cappuccini.
Nel 1588 l'allora arciprete Don Girolamo Vanni iniziò la costruzione della Madrice e nel settecento il paese ebbe un discreto sviluppo con la realizzazione di molte nuove costruzioni
Nel 1894, per merito di Don Liborio e Donna Vincenza Alessi, sorse l'Orfanotrofio.
Tra la fine dell'ottocento e i primi del novecento si realizzarono tante altre opere sociali e religiose tra cui la Cassa Rurale ed Artigiana e l'Oratorio Festivo "Don Michele Martorana".

Economia
L'economia del paese è piuttosto modesta e ciò ha costretto diversi sangiovannesi a cercare lavoro all'estero.
La popolazione attiva è distribuita tra l'attività agricola e quella industriale.
Il paesaggio, dalla tipica morfologia d'alta collina, dà luogo a tutta una serie di situazioni ambientali che si riflettono nelle straordinarie tipicità gastronomiche dell'area (dai salumi ai formaggi, fino agli ottimi vini).
Discreta è la pratica dell'allevamento dei bovini e degli ovini.
L'agricoltura produce grano, fave, olive, mandorle, agrumi, frutta, uva.
L'artigianato conta diverse aziende.

Segnala presso:



Visualizzazione ingrandita della mappa

COMUNI E LOCALITA' NELLA PROVINCIA DI AGRIGENTO
AgrigentoAlessandria della RoccaAragonaBivona
BurgioCalamonaciCaltabellottaCamastra
CammarataCampobello di LicataCanicattiCasteltermini
CastrofilippoCattolica EracleaCiancianaComitini
FavaraGrotteJoppolo GiancaxioLampedusa e Linosa
LicataLucca SiculaMenfiMontallegro
MontevagoNaroPalma di MontechiaroPorto Empedocle
RacalmutoRaffadaliRavanusaRealmonte
RiberaSambuca di SiciliaSan Biagio PlataniSan Giovanni Gemini
Sant Angelo MuxaroSanta ElisabettaSanta Margherita di BeliceSanto Stefano Quisquina
SciaccaSiculianaVillafranca