Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Segnalazioni Contatti Mappa del sito Mappe satellitari Meteo Cartoline


Provincia di CATANIA


Visita il capoluogo

I Comuni

LE NOVE PROVINCE SICILIANE

Provincia di Agrigento Provincia di Caltanissetta Provincia di Catania Provincia di Enna Provincia di Messina Provincia di Palermo Provincia di Ragusa Provincia di Siracusa Provincia di Trapani

:: Maletto » La storia

Monumenti Eventi Cartoline Galleria Brochure Commenti Link

Ove son or le meraviglie tue
O regno di Sicilia? Ove son quelle
Chiare memorie, onde potevi altrui
Mostrar per segni le grandezze antiche?


(Dal Fazello - Storia di Sicilia,
deca I,lib. VI,cap.I)






Sulle pendici nord-occidentali dell'Etna a 1000m s.l.m. e a. 58 km da Catania, come tutti i centri dell'Etna, Maletto(Malettu in siciliano ) ha subito diverse distruzioni causate dalle eruzioni.
La leggenda narra che in epoca antica, sulla rocca del Castello, dimorava una principessa di nome Maretta, la quale comandava una banda di briganti. Attorno alla rocca i briganti costruirono il paese, retto e governato dalla stessa principessa, cui fu dato, in onore di Maretta, il nome Marettu. Si sa per certo, invece, che il nome al paese venne dato nel 1263 da Manfredi Maletto conte di Mineo che fu il fondatore del primo nucleo abitato. Ripopolato in seguito dagli Spatafora nel 1440, Maletto fu elevato a principato nel 1609 con privilegio di Filippo III in favore di Michele Spatafora. Nel 1707 era principe Muzio Spatafora, che venne riconfermato nel possesso dalla corte di Vittorio Amedeo Duca di Savoia. Fino al 1812, anno dell'abolizione del feudalesimo in Sicilia, la famiglia Spatafora da Randazzo fu sempre feudataria di Maletto. Nel 1820 il paese, insieme a Bronte, insorge in favore della Costituzione siciliana, al fianco di Palermo, contro Catania (pare più per paura dei brontesi che per convinzione). Dal 1947 al 1956 i contadini malettesi conducono una lotta serrata, con l'obiettivo dell'applicazione della legge sull'equa spartizione dei prodotti e sull'assegnazione delle terre incolte. Come tutti i centri dell'Etna, Maletto ha subito diverse distruzioni causate dalle eruzioni.
Economia:
L'attuale risorsa principale del paese è l'agricoltura, con particolare cura per la coltivazione delle fragole (che hanno fatto conoscere Maletto in tutta Italia), pere, mele, uva, legumi, frumento.
Discretamente sviluppato è l'allevamento di ovini, bovini, equini e attivo è il commercio di legname, formaggi e ortofrutticoli.

Segnala presso:



Visualizzazione ingrandita della mappa

COMUNI E LOCALITA' NELLA PROVINCIA DI CATANIA
Aci BonaccorsiAci CastelloAci CatenaAci Sant Antonio
Acireale AcitrezzaAdranoBelpasso
BiancavillaBronteCalatabianoCaltagirone
Camporotondo EtneoCastel di IudicaCastiglione di SiciliaCatania
Fiumefreddo di SiciliaGiarreGrammicheleGravina di catania
Licodia EubeaLinguaglossaMalettoManiace
MascaliMascaluciaMazzarroneMilitello in Val di Catania
MiloMineoMirabella ImbaccariMisterbianco
Motta Sant AnastasiaNicolosiPalagoniaPaterno
PedaraPiedimonte EtneoRaddusaRagalna
RamaccaRandazzoRipostoSan Cono
San Giovanni la PuntaSan Gregorio di CataniaSan Michele di GanzariaSan Pietro Clarenza
Sant Agata li BattiatiSant AlfioSanta Maria di LicodiaSanta Venerina
ScordiaTrecastagniTremestieri EtneoValverde
ViagrandeVizziniZafferana Etnea