Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Segnalazioni Contatti Mappa del sito Mappe satellitari Meteo Cartoline


Provincia di SIRACUSA


Visita il capoluogo

I Comuni

Untitled Document

I CAPOLUOGHI DELLE PROVINCE SICILIANE

Città di Agrigento Città di Caltanissetta Città di Catania Città di Enna Città di Messina Città di Palermo Città di Ragusa Città di Siracusa Città di Trapani

:: Siracusa » La storia

Monumenti Eventi Video Cartoline Galleria Brochure Commenti Link



"La città è così grande da essere considerata come l'unione di quattro città, e grandissime: una di queste è la già ricordata "isola", che, cinta dai due porti, si spinge fino all'apertura che da accesso ad entrambi...L'altra città è chiamata Acradina,...la terza è detta Tycha.. e infine Neapolis (città nuova).

Cicerone (Verrine,II 4,117-119)






Siracusa, comune italiano di circa 123.494 abitanti, è il capoluogo della omonima provincia, quarta città della Sicilia per numero di abitanti, dopo Palermo, Catania e Messina. Già definita da Cicerone "la più grande e bella di tutte le città greche" dal 2005 assieme alla necropoli rupestre di Pantalica è stata dichiarata Patrimonio dell'umanità dall'UNESCO.
Il nome Siracusa deriva dal siculo Syraka (abbondanza d'acqua), per la presenza di molti corsi d'acqua e di una zona paludosa. Sia in greco che in latino è al plurale, Siracusae, perché la città fondata da Archia, un nobile di Corinto nel 733 a.C. divenne in pochi anni una Pentàpoli in quanto al nucleo originale, costituito sull'isola di Ortigia si aggiunsero altri quattro nuclei: Acradina, Tiche, Neàpoli ed Epipoli.
La città si sviluppa in parte sul promontorio-isola di Ortigia e in parte sulla terraferma. La conformazione della costa determina l'ampia insenatura del Porto Grande, cinta a nord dall'Isola e a sud dal promontorio del Plemmirio. Il territorio del comune è attraversato dai fiumi Ciane, Anapo e dai canali artificiali Mammaiàbica, Pismotta e Regina che sfociano all'interno del Porto Grande favorendo la formazione di zone acquitrinose, storicamente chiamate Pantanelli.
Il comune confina a nord con Priolo Gargallo e Città Giardino (frazione di Melilli), ad ovest con Solarino, Floridia, Palazzolo Acreide, Noto e Canicattini Bagni e a sud con Noto e Avola. I confini sono delimitati a nord da contrada Targia; ad ovest da Belvedere avamposto panoramico; a sud da Cassibile e Fontane Bianche.

Personalità

Segnala presso:


Le origini
Siracusa
La storia di Siracusa è molto lunga e complessa. Nell'età preistorica l'intera area che oggi occupa il suolo cittadino era sommersa dal ...

Periodo Greco
Siracusa
Questa dominazione sicula durò fino a quando sbarcarono alcuni coloni greci di Corinto guidati dal guerriero Archia sull'attuale isola di Ortig...

Periodo Romano
Siracusa
Dopo la conquista romana, Siracusa passò uno dei più brutti periodi della sua storia. Dopo la III guerra punica tutta la Sicilia pass&og...

Dall' 878 al XVII sec.
Siracusa
Nel 878 dopo un lunghissimo assedio in cui furono massacrati circa 5.000 abitanti Siracusa venne conquistata dagli Arabi.
Essi razziano tutti ...

Periodo Bizantino
Siracusa
Siracusa fu conquistata insieme a tutta la Sicilia nel 535, dal generale bizantino Belisario, inviato a conquistare l'Italia, dall'imperatore bizantin...

La rinascita barocca
Siracusa
Dopo il disastroso terremoto del 1693, non restava quasi niente della vecchia città e solo pochissimi edifici restavano in piedi. Si decise al...

Ottocento e Novecento
Siracusa
Siracusa venne finalmente liberata da Garibaldi nel 1860 durante la "Spedizione dei Mille" e nello stesso anno la città aretusea fece parte in...

                                                                  Pagine totali: 1   [ 1 ]   


Visualizzazione ingrandita della mappa