Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Segnalazioni Contatti Mappa del sito Mappe satellitari Meteo Cartoline


Provincia di CATANIA


Visita il capoluogo

I Comuni

Untitled Document

I CAPOLUOGHI DELLE PROVINCE SICILIANE

Città di Agrigento Città di Caltanissetta Città di Catania Città di Enna Città di Messina Città di Palermo Città di Ragusa Città di Siracusa Città di Trapani

 

::acireale»Storia Moderna » Storia

Eventi Cartoline Galleria Brochure Commenti Link

 

Ove son or le meraviglie tue
O regno di Sicilia? Ove son quelle
Chiare memorie, onde potevi altrui
Mostrar per segni le grandezze antiche?


(Dal Fazello - Storia di Sicilia,
deca I,lib. VI,cap.I)



Nel 1903 veniva aperto il teatro - arena "Eden", all'interno della Villa Belvedere.
Nel 1908 viene costituita la "Cassa Operaia Santa Venera" che poi diverrà famosa con il nome di "Banca Popolare Santa Venera".
Il terremoto del 28 dicembre 1908 lesionò in maniera irreparabile la parte superiore del settecentesco loggiato delle Benedettine che prospettava in piazza Duomo e che fu necessario abbattere.
Tra il 1911 ed il 1914 fu colpita da terremoti che arrecarono danni agli edifici e fecero alcuni morti.
Nel 1913 vengono rimosse le aiuole denominate del "Cinque d'Oro", destinate fino ad allore ad accogliere i complessi bandistici nei frequenti concerti in piazza Duomo.
Durante gli anni della prima guerra mondiale Acireale veniva collegata con Catania attraverso una linea tranviaria denominata "Tranvia Catania Acireale" che rimase in esercizio sino al 1934 quando venne soppressa.
Il 1918 è l'anno della spagnola: nella città che all'inizio del secolo contava quasi 27.000 abitanti i morti sono circa mille.
Nel 1927 veniva creata l'Azienda autonoma della Stazione di Cura.
Nel 1929 venne collocata nella piazza Garibaldi la statua dedicata al milite ignoto realizzata dallo scultore acese Michele La Spina.
Nel 1930 vennero introdotti nel carnevale i suggestivi carri infiorati.
Nel 1937 Mussolini passa per Acireale; due anni dopo in occasione del cinquantenario del Collegio Pennisi la città ospita il principe Umberto di Savoia (tornerà nel 1946 per il referendum istituzionale).
Nel 1939 la città ospitò il principe Umberto di Savoia
Durante la seconda guerra mondiale i Tedeschi, dal gennaio 1941 presero possesso del castello Scammacca, dove insediarono un comando militare. Il pastificio Leonardi dichiarato di interesse bellico, perchè destinato ad assicurare parte dei rifornimenti alle truppe ed il sostentamento alla popolazione civile sarà mimetizzato con particolari tinte. Durante il conflitto vi furono due momenti importanti: il bombardamento alleato del 14 novembre 1941 che provocò morti e distruzione ed un piano tedesco che nell'estate del 1943 prevedeva di minare e distruggere con esplosivo parte della città, ma che fu evitato grazie ad un sabotaggio da parte di alcuni coraggiosi cittadini.
Nel 1944 viene costituito nella Chiesa di San Giuseppe da don Biagio Catania il primo gruppo scout cittadino, che si chiamò Acireale I.
del 1946 la nascita dell'Associazione Sportiva Acireale.
Nel dopoguerra Acireale si è notevolmente ingrandita: soprattutto a nord sono sorti interi nuovi quartieri. Di pari passo è andato l'incremento demografico: oggi la città sta per toccare i 50.000 abitanti. Due grandi arterie stradali, la Panoramica lungo la Timpa ed il raccordo con l'autostrada Messina-Catania l'hanno liberata dalla morsa del traffico pesante.
Il potenziamento delle attività connesse con l'agrumicoltura ed il turismo (parecchi e di buon livello i complessi alberghieri sorti negli ultimi decenni) sono oggi le direttive di sviluppo che vengono perseguite con maggiore incisività.
Il 15 febbraio del 1952 scoppia un violento incendio nel teatro "Bellini". Verrà domato solo il giorno dopo. Il teatro sarà distrutto e, da allora, rimarrà in attesa di esser ricostruito.
Sempre lo stesso anno si ha l'apertura della "Città del Fanciullo".
1967: nascita della rassegna d'arte "Acireale Turistico-Termale"
Il 14 marzo 1984 fu istituita la Riserva Naturale Orientata La Timpa di Acireale.
Nel Natale 1984, le Poste Italiane emisero una cartolina dedicata al Presepe della grotta di Acireale.
Nel 1988 si aprono il "Museo delle Uniformi" e il "Museo della Civiltà Contadina" (Aci Platani)
Nel 1987 venne inaugurato lo stabilimento termale di Santa Caterina.
Nel 1989 veniva inaugurata la nuova Stazione di Acireale, che sostituiva la precedente.
Il francobollo dedicato alla cittàNel 1990 in una villa in contrada Zaccanazzo vengono girate le riprese del film Il Padrino: Parte III di Francis Ford Coppola.
Nel 1993 la locale formazione di calcio Acireale Calcio fu promossa in serie B.
Nel 1996 il nome del Carnevale di Acireale entrò a far parte Lotteria nazionale del Carnevale. Lo sarà anche nel 1999, 2001 e 2006.
Nel 1997 viene emesso dalle poste italiane un francobollo celebrativo dedicato alla città: un avvenimento piccolo, ma di rilevanza per segnalare la vitale presenza della Città nel contesto della Nazione.
Negli ultimi decenni vari comitati sono stati fondati per l'istituzione della provincia delle Aci e del comprensorio ionico-etneo.