Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Segnalazioni Contatti Mappa del sito Mappe satellitari Meteo Cartoline


Provincia di PALERMO


Visita il capoluogo

I Comuni

PERSONALITA' LEGATE A Borgetto'
:: Borgetto » Personalità

Storia Monumenti Eventi Cartoline Galleria Brochure Commenti Link

Va ricordato che Borgetto ha dato i natali a persone degne di menzione, quale il Cav. Dott. Salvatore Salamone Marino ( 8/12/1847) famoso nelle sue indagini e nei suoi ricchi apporti alla storia del folklore della Sicilia. Scrisse Aneddoti, proverbi e motteggi illustrati da novellette popolari siciliane, Canti popolari siciliani, Canti popolari siciliani trascritti nei secoli XVI, XVII e XVIII, Carlo Quinto imperatore nella leggenda siciliana, leggende popolari siciliane in poesia, La omnipotenza dei proverbi dimostrata da una novelletta popolare siciliana, (La rivoluzione siciliana del 1848-1949 nei canti popolari). E’ sua una famosa pubblicazione: la Baronessa di Carini, storia patetico-sentimentale che ha commosso e continua a commuovere i suoi lettori. Lavori utili su Borgetto sono: la pubblicazione delle pergamene sulle origini del paese, appunti storici del Monastero delle Ciambre, e sulla storia della Madonna del Romitello. Morì a Palermo il 17 marzo 1916.
Un altro personaggio degno di menzione è il Sig. Comm. Dott. Santi Migliore. La sua competenza giuridica di studioso e di maestro non ne fanno soltanto un politico di primo piano, così che può presiedere nel 1854 la Suprema Corte di Giustizia, ma gli conciliano altresì adesione e consensi da parte di animi esacerbati per dissidi paesani. Ricordiamo anche il Sig. Di Marco Notar Salvatore, uom0 di cultura qualificata e di sano equilibrio nei molti e delicati incarichi a cui fu destinato.
Poeta nato è Salvatore B'Arrigo di cui va meritamente nota la siciliana "Lu culera di lu 1837. Andrea Albano nato nel 1816, verseggiò molto e le sue poesie d'ispirazione archilochea, divennero popolarissime. Morì nel 1858 . Salvatore Caronda, anche lui verseggiò soprattutto di argomento religioso.
Figura tra i figli di Borgetto una distinta personalità contemporanea, Giuseppe Pirrone, nato a Borgetto nel 1898 e valente cesellatore in bronzo, scultore e pittore degno di interesse. Nel 1902, a soli quattro anni, si trasferì con la famiglia da Borgetto a Mazara del Vallo. Oltre a essere scultore era medaglista e caricaturista. A lui è stato conferito l'oneroso compito di realizzare il complesso monumentale ai Caduti di Borgetto.

Merita un posto tutto a parte il Can. Dott. Baldassare Safina, non borgetano. Nome caro ad ogni Borgetano, il Can. 5afina venne da Mazzara del Vallo nel 1904 a dirigere il 'Santuario del Romitello. A lui si deve la venuta dei PP. Passionisti a Borgetto, la Solenne Incoronazione della Madonna del Romitello e l'aver curato con sacrifici non indifferenti la manutenzione dello stradale del Santuario. Morì il 22 agosto 1926 etutta Borgetto lo pianse come padre e insigne benefattore e gli tributò solenni esequie. Una nota particolare va riferita al patrimonio ecclesiastico del paese.
Ricordiamo anche Teofilo Folengo, mantovano di nascita, si insediò all'abbazia di Santa Maria delle Ciambre nel 1537. Scriveva in stile maccheronico ovvero volgare e dialettale. Fra le opere si ricordano: Merlini Cocaii macaronicon, Zanitonella, Moscheide, Chaos del Tri per uno, Umanità del Figliuolo di Dio, Palermitana e Hagiomachia. Quest'ultima opera] fu scritta da Folengo durante la sua permanenza in Sicilia; oltre ad essa scrisse anche L’Atto della Pinta sotto lo pseudonimo di Merlini Coccajo, la prima rappresentazione sacra della quale si ha notizie notizia nell'isola.


Famiglie Nobili a Borgetto