Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Segnalazioni Contatti Mappa del sito Mappe satellitari Meteo Cartoline


Provincia di TRAPANI


Visita il capoluogo

I Comuni
Teatro comunale - Marsala
LE NOVE PROVINCE SICILIANE

Provincia di Agrigento Provincia di Caltanissetta Provincia di Catania Provincia di Enna Provincia di Messina Provincia di Palermo Provincia di Ragusa Provincia di Siracusa Provincia di Trapani
::Teatro comunale a Marsala » Storia

Eventi Cartoline Galleria Commenti Link



"…costruire un teatro stabile onde potervisi rappresentare comedie, tragedie e opere in musica…"
Ferdinando IV di Borbone


Teatro comunale - Marsala

Teatro comunale - Marsala


L' 11 maggio 1807, il re Ferdinando IV di Borbone diede a don Leopoldo Fedele il permesso di "…costruire un teatro stabile onde potervisi rappresentare comedie, tragedie e opere in musica…". Il teatro sorse così primcipalmente per volere di Giovanni Nuccio, che dando inizio ai lavori, sotto la guida di Gaetano Lazara, riuscì a completarli nel 1817. Ma il teatro funzionò fino al 1826 anno della morte del proprietario che per testamento ne predispose la chiusura. Nel 1840 il teatro venne espropiato dal Comune per pubblica utilità, rinnovandolo e ingrandendolo fino a prevedere l'aggiunta di decorazioni e attrezzi scenici, destinandolo così a centro musicale.
Ristrutturato nel 1880 su progetto di Antonio Tumbarello, assunse aspetto neoclassico confacente al gusto del tempo e alla tipologia dei teatri dell'epoca. La decorazione interna venne affidata al pittore fiorentino Tito Covoni.
Fu anche sede della prestigiosa Scuola Musicale Comunale, diretta dal Maestro Giovanni Galfano, punto di riferimento per tutta la Sicilia occidentale per la formazione di musicisti ed insegnanti, e fino al 1968 ritenuta "unica struttura nel suo genere". Nel periodo post bellico fu sede di dibattiti politici per l'elezione del primo parlamento repubblicano.
Cessò la sua attività nel 1952 e dopo il terremoto del 1968 fu dichiarato inagibile. Abbandonato al degrado dal 1974, anno di chiusura della scuola musicale, il teatro è stato oggetto di un completo intervento di ristrutturazione e nel 1994 è stato restituito, in tutta la sua bellezza e il suo calore, alla città e alle programmazioni di spettacoli teatrali e musicali.
Intatta rimane la facciata neoclassica divisa in due ordini da una cornice in marcapiano, ed è chiusa in alto da un timpano. Le porte e le finestre hanno conci a vista e architravi con mensole a volute.
Nell'attuale assetto è dotato di quasi trecento posti a sedere, tre ordini di palchi, platea e loggione.
Il teatro comunale è ora intitolato al maestro Eliodoro Sollima, compositore marsalese che fu per anni direttore del Teatro Massimo e del Conservatorio musicale di Palermo. Negli ultimi anni ha ospitato iniziative culturali di diverso genere, tornando ad essere uno dei contenitori culturali più amati dai marsalesi. L'eleganza dell'insieme trova comunque la sua punta di eccellenza nelle decorazioni neoclassiche del soffitto, che tradizionalmente "costringe" chi entra a teatro a passare alcuni minuti con il naso all'insù.

*Il teatro comunale si può visitare da martedì a sabato dalle ore 9 alle 13 e dalle 16 alle 20 La domenica e i festivi dalle 10 alle 13 e dalle 16.30 alle 19.30 Chiuso il lunedì


Scheda Compilata da Virtualsicily Staff © Scheda Compilata da Virtualsicily Staff ©

 Ascolta il testo

Come ci si arriva



Visualizzazione ingrandita della mappa

TOUR VIRTUALE INTERNI






Lascia un commento