Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Segnalazioni Contatti Mappa del sito Mappe satellitari Meteo Cartoline


Provincia di RAGUSA


Visita il capoluogo

I Comuni
Palazzo La Rocca Ingrassotta
LE NOVE PROVINCE SICILIANE

Provincia di Agrigento Provincia di Caltanissetta Provincia di Catania Provincia di Enna Provincia di Messina Provincia di Palermo Provincia di Ragusa Provincia di Siracusa Provincia di Trapani
::Palazzo La Rocca Ingrassotta a Ragusa » Storia

Eventi Cartoline Galleria Commenti Link

Ove son or le meraviglie tue
O regno di Sicilia? Ove son quelle
Chiare memorie, onde potevi altrui
Mostrar per segni le grandezze antiche?

(Dal Fazello - Storia di Sicilia,
deca I,lib. VI,cap.I)



Palazzo La Rocca Ingrassotta

Palazzo La Rocca Ingrassotta

Con ingresso dalla piazza Duomo, al civico 32, l'ala nord-ovest di uno dei palazzi della famiglia La Rocca del ramo Ingrassotta (oggi suddiviso nelle proprietà Nicita e Majorana), risulta inserita fra le altre costruzioni prospicienti la piazza Duomo e il vicolo Nicastro dove ha un altro ingresso al numero 10. E' probabilmente la parte più antica dell'intero complesso di cui faceva parte il limitrofo palazzo Majorana e che ruotava attorno ad una corte circolare con giardino oramai andata distrutta. Fu venduta nel 1884 alla famiglia Puglisi che apportò le prime modifiche.
Questa parte del complesso originario ha una pianta irregolare, ad L, e si articola su due livelli.
La facciata non è simmetrica, l'ingresso principale, infatti, è a destra; al piano nobile tre dei quattro finestroni hanno timpano triangolare, mentre il quarto, quello in corrispondenza con il portone, ha timpano spezzato. Sia l'androne che il cortile hanno aperture che immettono ai bassi utilizzati un tempo come magazzini e stalle, sul fondo un ingresso a doppio arco porta alle scale in pietra pece.
Gli interni ruotano attorno a tre saloni uno dei quali decorato dal Flaccavento nel 1880. Il
pavimento in origine era di ottagoni di pece ed incastri in ceramica policroma di Caltagirone, oggi in parte è sostituito. Le volte a botte (realizzate in parte di canne e gesso ed in parte di conci di calcare) sono decorate. Gli arredi sono in parte in stile, del XIX sec. Un alto muro di pietra a secco separa il giardino interno dalla proprietà limitrofa.



Scheda Compilata da Virtualsicily Staff © Scheda Compilata da Virtualsicily Staff ©
Come ci si arriva



Visualizzazione ingrandita della mappa






Lascia un commento