Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Segnalazioni Contatti Mappa del sito Mappe satellitari Meteo Cartoline


Provincia di RAGUSA


Visita il capoluogo

I Comuni
Torre Vigliena  - Punta Braccetto
LE NOVE PROVINCE SICILIANE

Provincia di Agrigento Provincia di Caltanissetta Provincia di Catania Provincia di Enna Provincia di Messina Provincia di Palermo Provincia di Ragusa Provincia di Siracusa Provincia di Trapani
::Torre Vigliena a Santa Croce Camerina » Storia

Eventi Cartoline Galleria Commenti Link

Ove son or le meraviglie tue
O regno di Sicilia? Ove son quelle
Chiare memorie, onde potevi altrui
Mostrar per segni le grandezze antiche?

(Dal Fazello - Storia di Sicilia,
deca I,lib. VI,cap.I)



Torre Vigliena  - Punta Braccetto

Torre Vigliena - Punta Braccetto


La Torre Vigliena (chiamata anche "Torre del Bracello" o "Torre Brazzetto" o "Torre Colombara") è una torre di difesa costiera che si trova all'estremità del Braccio della Colombara. Siamo in sostanza a Punta Braccetto (frazione balneare sul confine tra i comuni di Ragusa e Santa Croce Camerina) che all'estremità del suo promontorio presenta i resti di un importante complesso militare di fine cinquecento che culmina con i ruderi della torre. Fu Giovanni Battista II Celestri, giureconsulto di grande fama che, per proteggere il territorio e il casale dai corsari, fece restaurare nel 1595 la torre Scalambri, e diede inizio ai lavori della torre di Mezzo e della torre Vigliena. Lavori che furono ultimati nel 1607. Alla torre, a base quadrata, fu dato il nome di Vigliena perchè fatta costruire sotto il viceregno di Giovanni Fernandez Pacheco, marchese di Vigliena, da cui trasse uno dei nomi. Oggi non rimangono che solo pochi ruderi, ma i pochi resti ci forniscono una chiara visione dell'imponenza originaria. Infatti essa mostra un notevole spessore murario di almeno 4 metri tanto da poter resistere ad eventuali attacchi di artiglieria e al contempo supportare il peso di pesanti cannoni. La torre infatti era dotata di notevole armamento ed era assistita da quattro soldati. Dalla sua posizione controllava perfettamente i due golfi laterali, anticamente chiamati canaletti. A lato della torre è visibile un trinceramento murario con strette feritoie in direzione del molo d'attracco delle navi, mentre in una posizione retrostante vi sono ancora scarsi ruderi di un edificio fortificato attribuibile ai locali della guarnigione. Questa torre comunicava verso sud con le vicine torri di Pietro e Scalambri. Oltre all'azione erosiva del tempo, contribuì alla sua distruzione lo sbarco alleato durante la seconda guerra mondiale. Sulla scogliera di ponente è stata realizzata una passeggiata che permette di seguirne il profilo in sicurezza ammirandone la naturale bellezza, principalmente al tramonto.


Scheda Compilata da Virtualsicily Staff © Scheda Compilata da Virtualsicily Staff ©

 Ascolta il testo

Come ci si arriva



Visualizzazione ingrandita della mappa

TOUR VIRTUALE INTERNI






Lascia un commento