Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Segnalazioni Contatti Mappa del sito Mappe satellitari Meteo Cartoline


Provincia di MESSINA


Visita il capoluogo

I Comuni
Isola bella
LE NOVE PROVINCE SICILIANE

Provincia di Agrigento Provincia di Caltanissetta Provincia di Catania Provincia di Enna Provincia di Messina Provincia di Palermo Provincia di Ragusa Provincia di Siracusa Provincia di Trapani
::Isola bella a Taormina » Storia

Eventi Cartoline Galleria Tour Commenti Link

Ove son or le meraviglie tue
O regno di Sicilia? Ove son quelle
Chiare memorie, onde potevi altrui
Mostrar per segni le grandezze antiche?

(Dal Fazello - Storia di Sicilia,
deca I,lib. VI,cap.I)



Isola bella

Isola bella

Piantina

Situata nella costa Jonica sottostante Taormina, la "perla dello Jonio", tra Capo Taormina e Mazzarò, l'Isola Bella rappresenta uno dei più belli e suggestivi isolotti della zona.
La piccolissima isola è meta preferita da numerosissimi turisti e solo da poco è divenuta riserva naturale.
D'estate è molto affollata sia nei lidi che sulla spiaggia libera e per trovare posto bisogna andare la mattina presto.
Quando c'è bassa marea è collegata alla terraferma da un lembo di terra la cui forma viene continuamente modellata dalle correnti e dalle maree, dinamismo che affascina chi si sofferma ad osservarla dalla vicina strada che corre lungo uno dei fianchi della Riserva o dall'alto Belvedere di Taormina.
Ed è proprio da questa naturale balconata che parte un piccolo sentiero che permette di raggiungere la Riserva direttamente dal centro abitato, attraverso scale e tratti di strada che da quota 166 m s.l.m. conducono, seguendo le naturali forme del monte Tauro, alla litoranea Strada Statale, da cui si dipartono gli ultimi 134 gradini della scala d'accesso alla Riserva.
Giunti in spiaggia, in prossimità dell'istmo, è possibile ammirare la baia, protetta dalle alte pareti dei due promontori. A Nord, infatti, il Capo Sant'Andrea, che ospita la rinomata Grotta Azzurra, ripara la baia dai venti di Grecale e di Levante, mentre a Sud, il Capo Taormina, con i suoi suggestivi faraglioni, la ripara, in parte, dai venti di Ponente. Entrambi i promontori, illuminati dai caldi colori del tramonto, il primo, e dell'alba il secondo, creano una tavolozza di colori più o meno intensi in base alle stagioni, offrendo scenari incantevoli.
Protetta da D. R., è stata così suddivisa:

Zona "A" o di Riserva (di 1.12 ettari), comprendente:
- l'isola,
- gli scogli satelliti attorno l'isola,
- e l'istmo di sabbia che la unisce alla spiaggia.

Zona "B" o di Preriserva (di 9.37 ettari), comprendente:
- l'intero promontorio Capo Sant'Andrea,
- e la striscia di terra, a valle rispetto la linea ferrata (che ne rappresenta il confine a monte), fino all'inizio della falesia del Capo Taormina.
Per un totale di 10.49 ettari di territorio, di cui buona parte privato o dato in concessione demaniale.

Scheda Compilata da Virtualsicily Staff © Scheda Compilata da Virtualsicily Staff ©

 Ascolta il testo

Come ci si arriva

Storia
Storia
Taormina
Donata nel 1806 da Ferdinando I di Borbone a Pancrazio Ciprioti sindaco di Taormina, fu acquistata nel 1890 da Lady Florence Trevelyan, nipote della R...

La Flora
La Flora
Taormina
E' presente in maniera atipica, per una Riserva Naturale, in quanto alla spontanea macchia mediterranea, soprattutto in Zona "A", si alterna un...

La Fauna
La Fauna
Taormina
E' soprattutto rappresentata dagli uccelli che popolano quest'area, alcuni per l'intero arco dell'anno, altri per pochi mesi ed al...

Il mare
Il mare
Taormina
Il mare non rientra nel territorio di gestione della Riserva, pur essendone parte integrante. Offre ospitalità ad una miriade di variopinti org...

                                                                  Pagine totali: 1   [ 1 ]   



Visualizzazione ingrandita della mappa






Lascia un commento