Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Segnalazioni Contatti Mappa del sito Mappe satellitari Meteo Cartoline


Provincia di RAGUSA


Visita il capoluogo

I Comuni
Parco Archeologico della Forza
LE NOVE PROVINCE SICILIANE

Provincia di Agrigento Provincia di Caltanissetta Provincia di Catania Provincia di Enna Provincia di Messina Provincia di Palermo Provincia di Ragusa Provincia di Siracusa Provincia di Trapani
::Parco Archeologico della Forza a Ispica » Storia

Eventi Cartoline Galleria Commenti Link

Ove son or le meraviglie tue
O regno di Sicilia? Ove son quelle
Chiare memorie, onde potevi altrui
Mostrar per segni le grandezze antiche?

(Dal Fazello - Storia di Sicilia,
deca I,lib. VI,cap.I)



Parco Archeologico della Forza

Parco Archeologico della Forza

Piantina

Situato presso lo sbocco sud-orientale nella bassa Cava Ispica, il toponimo attuale della località, "Forza", deriva dalla corruzione volgare di Fortilitium, ossia "piccola fortezza".
Sullo sperone roccioso sorgeva infatti la dimora fortificata dei feudatari della famiglia Statella. Ai piedi del castello si trovava l'antico abitato di Spaccaforno: entrambi vennero distrutti dal terremoto del 1693.
E' una zona valliva di rocce calcaree cinerine con macchie color ruggine, ricca di insediamenti, di santuari e di tombe rupestri. . Lunga 13 Km, é solcata da un ruscello fra scenari naturalistici di affascinante suggestione.
La zona ha restituito tracce di frequentazione a partire dalla prima età del bronzo (reperti ceramici rinvenuti in corrispondenza dell'attuale ingresso), per arrivare ai nostri giorni, con una frequentazione più intensa tra i secoli IV VIII d. C., da mettere in relazione col movimento monastico che dall'Oriente si diffuse nel Mediterraneo occidentale.
L'Antiquarium del parco ospita reperti tra la prima metà del bronzo e il 1693.
Il parco è raggiungibile per mezzo di una discesa scavata nella roccia ("cento scale") che parte da Cava Ispica, lungo la quale sono visibili tracce di affreschi bizantini e tombe.
Nella parte nord-orientale si individuano i ruderi della chiesetta di S. Giovanni, un'architettura a pianta longitudinale con abside trilobata (secc. V-VI d. C.) da rapportarsi a una comunità rurale. Non molto lontano si trovano ipogeico cristiano denominato Larderia, con tre ambulacri in cui si contano più di trecento tombe (secc. IV-V d. C.) e i sacelli rupestri di S. Maria, della Spezieria, della Grotta dei Santi, di S. Nicola dove ancora esistono tracce di pitture parietali.
A sud si trovano il Castello, un monumentale sperone roccioso con escavazioni sistemate a più piani, ilconvento in un sito quasi inaccessibile, legato probabilmente a un sacello rupestre, e il vano di S. Alessandra, indizio di piccolo oratorio, luogo di vita cenobitica.
Alla fine del percorso della cava troviamo il Fortilitium, nella cui area si sono trovate tracce di insediamenti umani a partire dall'età del Bronzo. Sulle colline circostanti sono altri santuari rupestri con sbiaditi affreschi di Santi. Tra la pianura e le ultime propaggini della cava si trova la catacomba di D. Marco (IV-V sec. d. C.) che si sviluppa per circa 40 metri, con arcosoli polisomi dentro cui si contano più di 260 sepolcri.

Scheda Compilata da Virtualsicily Staff © Scheda Compilata da Virtualsicily Staff ©

 Ascolta il testo

Come ci si arriva

Archeologia e storia
Archeologia e storia
Ispica
Plurimillenaria custode e in parte depositaria del prezioso patrimonio naturalistico e storico-archeologico di Cava Ispica, profondo e tortuoso canyon...

Il Fortilitium (sec. XIV-XVIII)
Il Fortilitium (sec. XIV-XVIII)
Ispica
Il castrum o fortilitium Spaccafurni è ubicato lungo la strada provinciale per Noto presso ...

Palazzo Marchionale
Palazzo Marchionale
Ispica
Posto nel punto relativamente più alto del pianoro della Forza, in posizione preminente, oggi i suoi ruderi, in parte riesumati dal terreno dur...

Chiesa dell
Chiesa dell'Annunziata (sec.XV-XVII)
Ispica
I resti di quest' antico edificio sacro si mostrano al visitatore in tutta la loro interezza dopo aver oltrepassato un epigrafe (a destra di chi ...

Il complesso ipogeico rupestre
Il complesso ipogeico rupestre
Ispica
Oltrepassati i ruderi dell'antica chiesa dell'Annunziata, il sentiero volge a sinistra e scende, conducendo sui degradanti costoni rocciosi ...

La scuderia
La scuderia
Ispica
E' una grande grotta del complesso ipogeico rupestre raggiungibile dopo aver oltrepassato la citata scala rupestre. Essa ha una pianta pressoch&e...

Il Museo - Antiquarium
Il Museo - Antiquarium
Ispica
Viene in successione dopo la Scuderia ed occupa una grotta del complesso ipogeico rupestre. Al suo interno, provenienti dagli scavi effettuati sia dal...

Il centoscale
Il centoscale
Ispica
Vi si giunge dopo aver lasciato alle spalle il Museo-antiquarium e oltrepassato alcune grotte con mangiatoie. E' verosimilmente un profondo pozzo...

La Chiesa Rupestre di S.Maria della Cava
La Chiesa Rupestre di S.Maria della Cava
Ispica
Si trova nel fondo valle, ai piedi ed all'esterno del Parco Forza. Una parete con lapidi commemorative, sormontata da un arco trionfale a tutto s...

                                                                  Pagine totali: 1   [ 1 ]   



Visualizzazione ingrandita della mappa

TOUR VIRTUALE INTERNI






Lascia un commento