Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Segnalazioni Contatti Mappa del sito Mappe satellitari Meteo Cartoline


Provincia di SIRACUSA


Visita il capoluogo

I Comuni

Untitled Document

ITINERARIO DEI CASTELLI NELLE PROVINCIE SICILIANE

Provincia di Agrigento Provincia di Caltanissetta Provincia di Catania Provincia di Enna Provincia di Messina Provincia di Palermo Provincia di Ragusa Provincia di Siracusa Provincia di Trapani

 

::riserva-naturale-di-vendicari»Cala Mosche » Storia

Eventi Cartoline Galleria Brochure Commenti Link

 

Ove son or le meraviglie tue
O regno di Sicilia? Ove son quelle
Chiare memorie, onde potevi altrui
Mostrar per segni le grandezze antiche?


(Dal Fazello - Storia di Sicilia,
deca I,lib. VI,cap.I)



Meglio conosciuta dagli abitanti del posto come "Funni Musca" è un luogo incantevole che riesce a dare un'idea precisa di come dovevano apparire la gran parte delle spiagge della Sicilia Orientale prima dell'arrivo del turismo, delle strade e delle seconde case. E' una caletta sabbiosa che si estende per circa 200 metri, delimitata da due promontori rocciosi che fanno da riparo alle correnti, con il risultato di un mare sempre calmo e cristallino. L'area è assolutamente selvaggia e raggiungibile solo a piedi. Lungo la SP19 alcuni cartelli guidano fino all'ingresso della riserva per Cala Mosche. Poco più avanti un posteggio a pagamento permette ai numerosi frequentatori estivi di posteggiare l'auto. Vi resterà circa un chilometro di natura incontaminata da percorrere a piedi impiegando circa dieci minuti per raggiungere la meta. La spiaggia, lunga circa 100 metri e larga la metà, si è formata tra due promontori rocciosi dove sbocca in mare un vallone che raccoglie le acque reflue della piana sovrastante caratterizzato da un'area umida coperta da un fitto canneto. Al suo interno nidifica il tarabusino e vive la tartaruga palustre. Nuotando verso la scogliera ai lati del golfetto, dove il fondale è più profondo, numerose grotticelle, cavità e anfratti ospitano una variegata fauna marina.
Nel 2005 è stata insignita dalla Guida Blu di Legambiente del titolo “Spiaggia più bella d’Italia”. Per la sua particolare conformazione, Calamosche offre in un piccolissimo tratto di costa un litorale sia sabbioso che roccioso. La piccola striscia sabbiosa è infatti racchiusa da due promontori rocciosi, rendendo questa spiaggia ideale sia per gli amanti della sabbia, sia per gli amanti dei fondali limpidi e profondi.
Una spiaggia unica al mondo, una delle più amate dai praticanti di snorkeling.





Visualizzazione ingrandita della mappa