Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Segnalazioni Contatti Mappa del sito Mappe satellitari Meteo Cartoline


Provincia di AGRIGENTO


Visita il capoluogo

I Comuni
Museo Archeologico Regionale - Agrigento
LE NOVE PROVINCE SICILIANE

Provincia di Agrigento Provincia di Caltanissetta Provincia di Catania Provincia di Enna Provincia di Messina Provincia di Palermo Provincia di Ragusa Provincia di Siracusa Provincia di Trapani
::Museo Archeologico Regionale a Agrigento » Storia

Eventi Cartoline Galleria Commenti Link

Ove son or le meraviglie tue
O regno di Sicilia? Ove son quelle
Chiare memorie, onde potevi altrui
Mostrar per segni le grandezze antiche?

(Dal Fazello - Storia di Sicilia,
deca I,lib. VI,cap.I)



Museo Archeologico Regionale - Agrigento

Museo Archeologico Regionale - Agrigento

Piantina

Il museo archeologico regionale di Agrigento sorge appena fuori dal centro urbano, in contrada S. Nicola, con vista panoramica sulla Collina dei Templi, in un'area che è stata recentemente identificata come il sito dell'agorà superiore dell'antica città, nella quale ritroviamo testimonianze di interesse archeologico ed architettonico
Il Museo ha come sede specifica un complesso di costruzioni realizzate negli anni '60, nate da una equilibrata fusione fra i nuovi corpi di fabbrica progettati e le restanti strutture restaurate e riadattate di un antico convento di San Nicola dove si trovano anche la biblioteca, la sala congressi e l'auditorium. L’edificio del museo occupa,infatti, una parte del versante sud del poggetto di San Nicola.
Il Museo deve la sua importanza non solo agli innumerevoli reperti archeologici che conserva nelle sue diciannove sale e che furono ritrovati nelle zone limitrofe di Agrigento e Caltanissetta, ma perchè contribuisce a comprendere la storia del forse più noto sito archeologico della Sicilia, ovviamente Agrigento. Tra gli innumerevoli reperti qui conservati occorre ricordare, ad esempio, la statua marmorea di Efebo creato nel 470 Avanti Cristo e conservato nella decima sala del Museo ed un gigantesco Telamone.
Il museo, opera dell’architetto Franco Minissi, è stato definito una delle espressioni più valide della moderna museografia europea: ciò non solo per le valenze architettoniche del risolto accostamento al complesso monumentale preesistente, classico e medievale, ma anche per la sua organizzazione scientifica nella sistemazione dei materiali e nell’apparato illustrativo e didattico a commento delle collezioni; si colloca nell’ambito della cosiddetta “agorà alta” della città classica tra il bouleuterion e l’ekklesiasterion di età ellenistica, rispettivamente a Sud e a Nord, l'Oratorio di Falaride e la chiesa con il monastero di San Nicola a Est.
Il museo illustra la storia di Agrigento antica e del territorio storicamente ad essa connesso, dalla preistoria alla fase di ellenizzazione.

Le collezioni.
Il nucleo più antico proviene dal Museo Civico, nel quale erano confluiti i reperti degli scavi condotti nei primi decenni del nostro secolo. Altro materiale è stato ceduto dai musei archeologici di Palermo e di Siracusa. La parte più rilevante delle collezioni è però costituita dai materiali rinvenuti nelle campagne di scavo condotte, fin dagli anni Quaranta, dalla Soprintendenza di Agrigento.A Giuseppe Picone si deve la prima raccolta dei reperti delle necropoli agrigentine, prima nella cappella di Santo Spirito e poi presso il Municipio. L’attività del museo tuttavia prende forte vigore nel 1924, con la direzione di Giovanni Zirretta, con le ricerche condotte da Pirro Marconi e Alexander Hardcastle, e ancor di più con l’istituzione della Soprintendenza alle Antichità per le province di Agrigento e Caltanissetta.
L'ordinamento, ad un tempo cronologico e topografico, si articola in due sezioni autonome e complementari ove l'esposizione dei reperti è sempre supportata da materiale documentativo, con un percorso di visita continuo che riconduce il visitatore, alla fine, nello stesso punto di ingresso.

Sezione I
La città antica di Agrigento ed il suo territorio extraurbano.
sala 1 topografia della città (documenti)
sala 2 la fase preistorica ed indigena
sala 3 collezioni vascolari
sala 4 sculture architettoniche
sala 5 i santuari delle aree sacre agrigentine
sala 6 documentazione del tempio di Zeus olimpico e ricomposizione della figura del Telamone
sala 7 la città dall'età greca arcaica all'età imperiale romana
sala 8 epigrafi
sala 9 medagliere
sala 10 reperti da edifici pubblici civili di età greca e romana
sala 11 le necropoli greche di Agrigento

Sezione II
sala 12 I siti del territorio delle provincie di Agrigento e Caltanissetta, dalla preistoria alla fase di ellenizzazione

Ubicazione
Indirizzo : Contrada San Nicola, 12
Provincia : Agrigento Comune : Agrigento
Tel. : 0922 401565

Orari ingresso : Da martedì a sabato 9,00-19,30; lunedì 9,00-13,30. Giorni festivi e nelle domeniche, dalle ore 9.00 alle ore 13.00.
Biglietto singolo intero : 8,00 €
Biglietto singolo ridotto: 4,00 €
Biglietto unico cumulativo: Unico cumulativo


Scheda Compilata da Virtualsicily Staff © Scheda Compilata da Virtualsicily Staff ©

 Ascolta il testo

Come ci si arriva



Visualizzazione ingrandita della mappa

TOUR VIRTUALE INTERNI






Lascia un commento