Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Segnalazioni Contatti Mappa del sito Mappe satellitari Meteo Cartoline


Provincia di PALERMO


Visita il capoluogo

I Comuni
Castello borbonico.Palazzo Adriano
LE NOVE PROVINCE SICILIANE

Provincia di Agrigento Provincia di Caltanissetta Provincia di Catania Provincia di Enna Provincia di Messina Provincia di Palermo Provincia di Ragusa Provincia di Siracusa Provincia di Trapani
::Castello borbonico a Palazzo Adriano » Storia

Eventi Cartoline Galleria Commenti Link

Ove son or le meraviglie tue
O regno di Sicilia? Ove son quelle
Chiare memorie, onde potevi altrui
Mostrar per segni le grandezze antiche?

(Dal Fazello - Storia di Sicilia,
deca I,lib. VI,cap.I)



Castello borbonico.Palazzo Adriano

Castello borbonico.Palazzo Adriano


I ruderi dell'antico Castello, edificato nel secolo XIV, secondo la tipologia dei palazzi-torre di epoca federiciana (1230 circa) si trovano in cima al colle S. Nicola. All'epoca Palazzo Adriano era ancora un casale e prendeva il nome di "Arianum". Il castello fu costruito sul precedente casale con la funzione di proteggere l'attività agricola. Venne pure utilizzato come rifugio dai contadini del loco. Le prime notizie che lo riguardano risalgono ai Vespri Siciliani (1282).In un diploma del 1392 la terra e il castello di Palazzo Adriano furono concessi da re Martino in feudo a Gualdo di Millars "...con tutti i castelli, popolazioni, fortezze e parrocchie". A quel tempo però il feudo risultava disabitato e fu ripopolato nel XV secolo da una colonia di militari profughi Arbëreshë, provenienti dalla Grecia e dall'Albania, fuggiti a causa dell'avanzata turca, che incrementò lo sviluppo del casale costituendo quel che adesso è il nucleo più antico del paese. La cittadina fin Cinquecento, condusse un'aspra lotta per la difesa delle sue autonomie contro alcuni dei baroni che lo avevano abitato (Opezinghi e Notarbartolo). Negli anni successivi il castello di Palazzo Adriano passò in mano a Bartolomeo Russo, Nicolaus de Abellis, e Margarita Peralta per poi nel'Ottocento essere adibito a residenza reale. Gli ultimi infatti ad utilizzare la struttura furono i Borboni e ospitò Ferdinando IV che all'epoca si recò più volte a Palazzo Adriano per le sue battute di caccia e fu sede dell'organizzazione dei campieri nel XIX secolo. Il massimo sviluppo socio-politico di Palazzo Adriano si ebbe infatti grazie ai campieri palazzesi, tra i quali spicca la figura di Francesco Crispi, che in questo luogo ebbe i natali.
Per quanto riguarda la sua configurazione planimetrica, si presenta circondato da una cinta rettangolare e con un cortile interno, nel quale sorge una torre di epoca federiciana (1230 circa). Molte delle antiche aperture sono state murate. All'interno del Castello Borbonico di Palazzo Adriano, nelle antiche stalle, è stato allestito il "Museo Civico Real Casina" dedicato alla cultura e ai costumi Arbëreshë, dove sono esposti gli abiti tradizionali e gli acquerelli che il francese Jean Houel realizzò durante un suo viaggio in Sicilia.
Per l'importanza storica dei fatti svoltisi nei riguardi dei baroni che abitarono quel castello nel corso dei secoli, i suoi ruderi sono stati dichiarati monumento nazionale. Nel 2009 la costruzione è stata restaurata e inaugurata nel 2011.

Visite:Tutti i giorni dalle ore 9,00 alle ore 13,00 - dalle ore 15,00 alle ore 19,00.
Ingresso gratuito

Per eventuali informazioni contattare l'ufficio comunicazione e promozione del territorio.
Sig. Glaviano M. Antonietta
Con sede in P.zza Umberto I,
TEL. 0918349928-0918349911 - FAX 0918349085
E-MAIL: infosportelloturistico@comune.palazzoadriano.pa.it

Scheda Compilata da Virtualsicily Staff © Scheda Compilata da Virtualsicily Staff ©

 Ascolta il testo

Come ci si arriva



Visualizzazione ingrandita della mappa

TOUR VIRTUALE INTERNI






Lascia un commento