Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Donazioni Contatti Segnalazioni Mappa del sito Meteo Cartoline
ITINERARI CONSIGLIATI'


Provincia di PALERMO


Visita il capoluogo

I Comuni

:: Camporeale » Itinerari consigliati

Storia Monumenti Eventi Cartoline Galleria Tour Brochure Commenti Link

Dall'altra parte del paese,sulla collina che fronteggia l'abitato, si può ammirare la valle detta per la sua bellezza: Valdibella, dove sorgeva probabilmente Makella, circondata da colline caratteristiche e ricca soprattutto di cocci e vasellame di fattura greco-romana. La città venne distrutta dai Romani nel 260 a.C. di cui ci restano le contraddittorie testimonianze documentali di grandi scrittori come Tito Livio, Polibio e Diodoro Siculo: non è chiaro, infatti, se i tre storici si riferissero a questa Montagnola oppure alla collina che sorge nei pressi di Marineo.Makella è la città cui si riferisce l’iscrizione “Macelamque oppidum pugnando cepet” (“e conquistò combattendo la fortezza di Macella”) che, su una delle antiche colonne a Roma, riporta l’elenco delle imprese di Caio Duilio, console romano che con Gneo Pompeo distrusse Segesta nel 260 a.C.
Continuando su quella strada si sale sul monte Pietroso, luogo archeologico, passando dalla zona di Curbici, casale arabo con grotte caratteristiche.
Nel fondo valle sotto il centro nuovo si trova il ponte di Calatrasi, ponte del diavolo, sul fiume Belice, capolavoro arabo normanno del 1162, vicino alla rocca di Maranfusa e il castello di Kalatrasi, presso Roccamena.
A pochi km ad est si trova monte Lato, presso San Cipirello, ricco di reperti archeologici del VII sec. a.C, mentre andando verso ovest vi sono i ruderi dei paesi distrutti dal terremoto.
Il vasto territorio di Camporeale risulta essere anche un posto ideale per gli appassionati di trekking ed orientamento. Infatti tra le colline dell'alto belice corleonese è possibile imbattersi, oltre che nei ruderi della ferrovia parzialmente realizzata negli anni trenta Palermo-Salaparuta, in grotte nascoste, tipiche fontanelle e piccoli boschetti.