Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Segnalazioni Contatti Mappa del sito Mappe satellitari Meteo Cartoline


Provincia di ENNA


Visita il capoluogo

I Comuni
Duomo di Enna
LE NOVE PROVINCE SICILIANE

Provincia di Agrigento Provincia di Caltanissetta Provincia di Catania Provincia di Enna Provincia di Messina Provincia di Palermo Provincia di Ragusa Provincia di Siracusa Provincia di Trapani
::Duomo di Enna a Enna » Storia

Eventi Video Cartoline Galleria Tour Commenti Link

Ove son or le meraviglie tue
O regno di Sicilia? Ove son quelle
Chiare memorie, onde potevi altrui
Mostrar per segni le grandezze antiche?

(Dal Fazello - Storia di Sicilia,
deca I,lib. VI,cap.I)



Duomo di Enna

Duomo di Enna

Via Roma, 442
Piantina

Chiamato da tutti gli ennesi "a matrici" è la Chiesa Madre di Enna, nonché monumento nazionale e tra le maggiori espressioni d'arte nella provincia di Enna.
Il Duomo sorge nel centro storico della città, e si affaccia su Piazza Mazzini, della quale occupa interamente la fiancata nord, nella parte più a monte della cittadina, dove nei secoli scorsi si addensava la popolazione più nobile della città.
E' originario del XIV sec. allorché venne edificato e dedicato alla vergine Maria, in piena epoca aragonese nel 1307, per ordine di Eleonora d'Angiò, moglie di Federico III d'Aragona, in seguito alla nascita di Pietro, loro figlio e con l'ulteriore finalità di sostituire il culto della dea delle messi, Cerere, alla quale i cittadini ennesi, a distanza di secoli, erano ancora devoti.
Il luogo scelto per la sua edificazione fu un piano fuori dalle mura del castello (che di lì a poco verrà anche lui restaurato) dove, secondo un'antica tradizione ennese, preesisteva un'antica chiesa della città, chiamata S. Maria Maiuri, in avanzato stato di degrado, che sorgeva in quel luogo sacro sin dal V sec. d.C. sui resti del tempio pagano dedicato a Proserpina. "Di frunti at la prima chiesa di li cristiani, chiamata di Santa Maria Maiuri"(precisamente nel luogo dove ancora oggi si trova la chiesa di S. Michele Arcangelo) i Musulmani, che avevano occupato Castrogiovanni, negli anni che vanno dall'880 al 1100, avevano edificato la loro moschea e innalzato il minareto, più alto della Matrice cristiana, per dar modo al Muezzin di far sentire le lodi di Allah.
La regina fece erigere il tempio nelle pure forme gotiche ancora visibili nella parte dell'abside scampate al rovinoso incendio del 1446. L'anno seguente, Papa Eugenio VI indisse un Giubileo della durata di 7 anni per raccogliere i fondi necessari alla ricostruzione dell'importante edificio di culto , questo avvenimento è ricordato dalla bella porta Santa posta di fianco al transetto. A causa dell'insufficienza di denaro raccolto, il re Alfonso D'Aragona vendette varie terre e con il ricavato riuscì a ricostruire la chiesa nel XVI secolo
. Il Duomo di Enna è uno dei maggiori esempi di architettura ecclesiastica medievale presenti in Sicilia: presenta imponenti colonnati corinzi, tre navate e tre absidi, pregiate tele e lampadari, e una maestosa facciata con torre campanaria, che svetta su tutta la città, la cui campana è di mole impressionante in proporzione alla grandezza della città.
Il Duomo di Enna subì nei vari periodi che si sono succeduti numerosi rimaneggiamenti, che hanno prodotto un miscuglio di tendenze artistiche diverse. Dal punto di vista architettonico infatti, il tempio presenta vari stili che amalgamandosi insieme danno una visione gradevole all'impianto che si è arricchito di numerose opere d'arte degli stili gotico, rinascimentale e barocco come il portale laterale. Esso rappresenta probabilmente la massima espressione artistica della provincia, grazie alla grandezza, alla vastità e alla pregevolezza delle opere custodite, tra cui alcuni affreschi del Borremans; al suo interno sono rappresentati 700 anni di Storia dell'Arte. Il Duomo, dichiarato nel 1942 "Monumento nazionale" e grazie all'Unesco "Monumento alla pace", è intitolato a Maria SS. della Visitazione ed egrave;, infine, il culmine delle spettacolari celebrazioni della suggestiva Settimana Santa di Enna.

Le seguenti schede di approfondimento sono state elaborate con il contributo della redazione "ilcampanileenna.it " e tratte dalla "Guida del Duomo di Enna" per gentile concessione degli autori.


Scheda Compilata da Virtualsicily Staff © Scheda Compilata da Virtualsicily Staff ©

 Ascolta il testo

Come ci si arriva

Agenda degli itinerari

Torre campanaria
Torre campanaria
Enna
Il campanile che si presentava nelle forme gotico-catalane, con l'incendio del 1446 rimase danneggiato, ma per oltre 173 anni fu tenuto in piedi da co...

Interno - Navata laterale destra
Interno - Navata laterale destra
Enna
All'interno del Duomo si accede dalla Porta Soprana che si trova sul lato meridionale della chiesa che guarda Piazza Mazzini.
L'interno del ...

Esterno
Esterno
Enna
La facciata del Duomo si erge su un'ampia scalinata costruita nel 1730 da Don Melchiorre Roxas di Calascibetta il quale fece demolire...

Interno - Navata laterale sinistra
Interno - Navata laterale sinistra
Enna
Nella navata laterale di sinistra possiamo ammirare i seguenti dipinti:
I

Origini duomo di Enna
Origini duomo di Enna
Enna
Il Duomo di Enna, pregevole opera d'arte, fu voluto dalla Regina Eleonora d'Angiò, moglie di Federico II d'Aragona, e dedicato, per la grande d...

Sacrestia
Sacrestia
Enna
Entrando nell'immenso stanzone dell'antisacrestia si può ammirare un prezioso

I quadri di Guglielmo Borremans
I quadri di Guglielmo Borremans
Enna
Pittore fiammingo di grande fama, nato ad Anversa nel 1670, giovanissimo entra nella bottega del pittore Peter van Lindt. All'inizio del settecento, l...

Le Sante Agata e Lucia
Le Sante Agata e Lucia
Enna
Questo quadro rispetto agli altri si allontana dal condizionamento o dalle allusioni che aveva svolto con gli altri lavori. In questa tela il Borreman...

Il sonno di Costantino
Il sonno di Costantino
Enna
Citato come il Quadro dei Santi Pietro e Paulo", il quadro rappresenta un altro esempio di come i canonici ennesi, senza esporsi troppo e con la ...

                                                                  Pagine totali: 2   [ 1 2 ]   



Visualizzazione ingrandita della mappa

TOUR VIRTUALE INTERNI






Lascia un commento