Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Segnalazioni Contatti Mappa del sito Mappe satellitari Meteo Cartoline


Provincia di PALERMO


Visita il capoluogo

I Comuni
Chiesa di Santo Atanasio
LE NOVE PROVINCE SICILIANE

Provincia di Agrigento Provincia di Caltanissetta Provincia di Catania Provincia di Enna Provincia di Messina Provincia di Palermo Provincia di Ragusa Provincia di Siracusa Provincia di Trapani
::Chiesa di Santo Atanasio a Ficarazzi » Storia

Eventi Cartoline Galleria Commenti Link

Ove son or le meraviglie tue
O regno di Sicilia? Ove son quelle
Chiare memorie, onde potevi altrui
Mostrar per segni le grandezze antiche?

(Dal Fazello - Storia di Sicilia,
deca I,lib. VI,cap.I)



Chiesa di Santo Atanasio

Chiesa di Santo Atanasio

Risulta essere la più antica parrocchia edificata nel comune di Ficarazzi e attualmente funge da chiesa madre. Si innalza sulle ultime propaggini della rocca su cui poggia il Castello e fa da meraviglioso sfondo al Corso Umberto I:l’arteria principale del paese.Venne edificata nel 1722 per volere dell'arcivescovo di Palermo col concorso del Principe Giardina quasi contemporaneamente al riadattamento del Castello fatto pure da questo grande Mecenate di Ficarazzi.La Chiesa è lunga circa 30 m.,larga circa 15 m. ed alta fino alla vetta del campanile circa 25 m.. Il prospetto della Chiesa presenta un portale in pietra aspra,una finestra circolare con decorazioni in calce e l’orologio che da più di 100 anni con la sua caratteristica suoneria segna le ore tristi e liete del paese. Definiscono il prospetto il castelletto,le campane e la guglia in rame e ottone.. L'interno di stile semplice e lineare, è composto da una sola navata abbastanza ampia, contornata da quattro cappelle per lato: le 4 a destra sono dedicate alla Madonna del Carmelo,a Sant’Atanasio, il cui altare è stato privilegiato in perpetuo da Pio VI, a San Francesco d’Assisi (cappella organo) e all’Addolorata (cappella in cui trovano riposo i resti mortali di Padre La Rocca), mentre le 4 a sinistra dedicate a San Giuseppe, al Crocifisso delle Grazie (pregevole opera in legno del ‘600 attribuito a Frà Umile da Petralia, che assieme all’altare della stessa Cappella fatto in marmo detto «granatello di Spagna» provengono dalla primitiva Cappella che si trova nell’atrio del Castello), a San Francesco di Paola e al Sacro Cuore di Gesù.Il soffitto della Chiesa, decorato dal pittore bagherese De Simone a motivi floreali e geometrici,presenta due grandi pitture: l’Assunta al centro e la SS. Trinità nell’abside. Il prezioso simulacro del SS. Crocefisso, patrono del paese, è chiamato dai ficarazzesi Delle Grazie in segno di riconoscenza per le intercessioni e le guarigioni operate nel corso dei secoli.
Nell’arco trionfale che divide la navata dall’abside campeggia la scritta riassuntiva della dottrina di Sant’Atanasio:HAEC EST CATHOLICA FIDES (Questa è la Fede Cattolica). Le suddette decorazioni furono ultimate nel 1912. Subito dopo questi grandi lavori portati a termine per interessamento del venerato Padre La Rocca la Chiesa fu consacrata dal Card. Lualdi il 28-05-1912.
Dall’alto dell’Altare Maggiore domina la statua della Madonna in un soave atteggiamento mistico-materno.

Scheda Compilata da Virtualsicily Staff © Scheda Compilata da Virtualsicily Staff ©
Come ci si arriva



Visualizzazione ingrandita della mappa






Lascia un commento