Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Segnalazioni Contatti Mappa del sito Mappe satellitari Meteo Cartoline


Provincia di PALERMO


Visita il capoluogo

I Comuni
Chiesa di Santa Maria delle Grazie
LE NOVE PROVINCE SICILIANE

Provincia di Agrigento Provincia di Caltanissetta Provincia di Catania Provincia di Enna Provincia di Messina Provincia di Palermo Provincia di Ragusa Provincia di Siracusa Provincia di Trapani
::Chiesa di Santa Maria delle Grazie a Contessa Entellina » Storia

Eventi Cartoline Galleria Commenti Link

Ove son or le meraviglie tue
O regno di Sicilia? Ove son quelle
Chiare memorie, onde potevi altrui
Mostrar per segni le grandezze antiche?

(Dal Fazello - Storia di Sicilia,
deca I,lib. VI,cap.I)



Chiesa di Santa Maria delle Grazie

Chiesa di Santa Maria delle Grazie


La Chiesa di Santa Maria delle Grazie della Favara (Shën Mëria) fu costruita (secolo XVI) nelle vicinanze del luogo dove, secondo la tradizione, fu trovata una immagine della Madonna dipinta su una lastra di pietra. Inizialmente di rito greco, fu ceduta provvisoriamente ai fedeli di rito latino nel 1698 con la riserva di alcuni diritti a favore dei greci: proprietà, canto del "Cristòs Anésti" nei primi tre giorni dopo Pasqua, canto della "Paràclisis" nella prima quindicina di agosto; vespro, messa solenne e processione in occasione della festa annuale, l'otto settembre, della Madonna della Favara. Nell’abside della chiesa è custodita la seicentesca "vara" lignea rivestita d’oro(1660), con il simulacro della Madonna della Favara, ornata nel 1878 da marmi. Le navate laterali si presentano arricchite da affreschi e da statue raffiguranti San Francesco, Sant'Antonio e San Pasquale.Tra le dotazioni di questa chiesa un organo a canne ottocentesco, costruito nel 1893 di notevole pregio, opera di Casimiro Allieri da Bergamo, recentemente restaurato.Sede della parrocchia di rito latino, è dotata di casa canonica.

Scheda Compilata da Virtualsicily Staff © Scheda Compilata da Virtualsicily Staff ©

 Ascolta il testo

Come ci si arriva

Castello di Trabia Castello di S.Nicola l'Arena






Lascia un commento