Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Segnalazioni Contatti Mappa del sito Mappe satellitari Meteo Cartoline


Provincia di CATANIA


Visita il capoluogo

I Comuni
Chiesa di San Leo
LE NOVE PROVINCE SICILIANE

Provincia di Agrigento Provincia di Caltanissetta Provincia di Catania Provincia di Enna Provincia di Messina Provincia di Palermo Provincia di Ragusa Provincia di Siracusa Provincia di Trapani
::Chiesa di San Leo a Belpasso » Storia

Eventi Cartoline Galleria Commenti Link

Ove son or le meraviglie tue
O regno di Sicilia? Ove son quelle
Chiare memorie, onde potevi altrui
Mostrar per segni le grandezze antiche?

(Dal Fazello - Storia di Sicilia,
deca I,lib. VI,cap.I)



Chiesa di San Leo

Chiesa di San Leo

Segreta



La chiesa sorge al posto di un palmento (opificio tradizionale per la lavorazione dell'uva) risalente al XVIII secolo.
La chiesa è stata realizzata nel periodo tra il 26 06 1988 e il 07 10 1991 e solennemente benedetta dal vescovo Bommarito il 01 05 1992.

Descrizione
Si tratta di una chiesa rurale dalle forme molto semplici, ma luminosa, accogliente e ben tenuta dai tanti fedeli della contrada in cui sorge. Risulta molto animata soprattutto nel periodo estivo. Facciata piana a capanna con antistante loggia in legno. Spazio omogeneo nell'aula rettangolare e nel presbiterio. Volumetria esterna prismatica a pianta rettangolare.
La chiesa presenta un'aula rettangolare, che riprende la volumetria dell'antico palmento che vi sorgeva.
Gli interni sono molto semplici, ma rifiniti e accoglienti. In particolare, il monolite di basalto, che è l'antico contrappeso della macchina che veniva usata per torchiare le uve, è stato riutilizzato per costituire la base d'appoggio dell'altare. Caratteristica la copertura tradizionale in capriate lignee.
Molto semplice il prospetto esterno a capanna che è rivestito di pietra lavica ed arricchito da un portale con delle colonne, anch'esse in pietra lavica. Il portale è protetto da una semplice loggia in legno.
L'edificio è stato realizzato con muratura portante in blocchi di pietra lavica e malta. L'aula è coperta con un tetto a capriate lignee. L'altare è stato progettato e realizzato nel 1991 secondo le norme liturgiche previste dal Concilio Vaticano II riutilizzando un antico contrappeso del palmento preesistente; l'ambone con una struttura mobile in legno.




Scheda Compilata da Virtualsicily Staff © Scheda Compilata da Virtualsicily Staff ©

Come ci si arriva



Visualizzazione ingrandita della mappa






Lascia un commento