Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Segnalazioni Contatti Mappa del sito Mappe satellitari Meteo Cartoline


Provincia di PALERMO


Visita il capoluogo

I Comuni
Chiesa di San Giuseppe o Anime Sante
LE NOVE PROVINCE SICILIANE

Provincia di Agrigento Provincia di Caltanissetta Provincia di Catania Provincia di Enna Provincia di Messina Provincia di Palermo Provincia di Ragusa Provincia di Siracusa Provincia di Trapani
::Chiesa di San Giuseppe o Anime Sante a Montelepre » Storia

Eventi Cartoline Galleria Commenti Link

Ove son or le meraviglie tue
O regno di Sicilia? Ove son quelle
Chiare memorie, onde potevi altrui
Mostrar per segni le grandezze antiche?

(Dal Fazello - Storia di Sicilia,
deca I,lib. VI,cap.I)



Chiesa di San Giuseppe o Anime Sante

Chiesa di San Giuseppe o Anime Sante


Al di sotto della Torre Ventimiglia si erge la sobria e compatta mole della Chiesa delle Anime del Purgatorio, preceduta da una scalinata. Costruita intorno al 1717, nel piano del Castello (oggi piazza Regina Elena) sorse all'epoca una piccola cappella consacrata alle Anime Sante, al solo scopo di seppellirvi i cadaveri. La Cappella aveva una sola navata ed un solo altare nel quale era posto il quadro delle Anime Sante. Sul lato sinistro, nel piano seminterrato, sotto l'androne, vi erano le catacombe dove venivano sepolte le persone. Tra il 1722 e il 1761, alla navata centrale ne sono state aggiunte altre due grazie alle ingenti somme di denaro donate dal benefattore Castrenze di Bella, nato a Monreale nel 1738 e ben presto trasferirsi a Montelepre, dove si sposò e morì nel 1797. Lo stesso si riservò il diritto di sepoltura nella Chiesa. Nel 1804 un comitato aiutato dalle offerte dei fedeli, donò alla Chiesa un gruppo di tre statue raffiguranti la Sacra Famiglia. Oggi la Chiesa, a croce latina con tre navate, ( metri 27,65 per 16,80 metri) presenta con 12 altari che ospitano statue e quadri del Seicento.La navata centrale ha un'ampia volta con dipinti del maestro Giuseppe Carta che ricordano le storie di San Giuseppe, detto il Giusto. Ampliamenti sulle navate laterali risalenti al 1813, furono realizzati grazie a donazioni ed offerte e si devono ad artigiani monteleprini tra cui Domenico Filingeri, Francesco Pisciotta ed Antonino Demma. Nel cappellone centrale, con stucchi del monteleprini Giovanni Migliore, è collocato il gruppo statuario in stucco e legno della Sacra Famiglia, attribuito ad Antonino Genovese. Il dipinto che raffigura le Anime Purganti, già nella primitiva cappella del Purgatorio risale alla seconda metà del Settecento. Nella Chiesa sono collocati i raffinati e veristici ritratti a mezzo busto di Castrense Di Bella e della moglie Giuseppina Galluzzo Purpura, da ascrivere allo scultore palermitano Giuseppe Pennino. La Congregazione di San Giuseppe da anni cura i festeggiamenti in onore del Santo Patriarca, mentre l’Apostolato della preghiera ad anni alterni la celebrazione del Sacro Cuore di Gesù.

Scheda Compilata da Virtualsicily Staff © Scheda Compilata da Virtualsicily Staff ©

 Ascolta il testo

Come ci si arriva



Visualizzazione ingrandita della mappa

TOUR VIRTUALE INTERNI






Lascia un commento