Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Segnalazioni Contatti Mappa del sito Mappe satellitari Meteo Cartoline


Provincia di PALERMO


Visita il capoluogo

I Comuni
Chiesa di S.Giacomo
LE NOVE PROVINCE SICILIANE

Provincia di Agrigento Provincia di Caltanissetta Provincia di Catania Provincia di Enna Provincia di Messina Provincia di Palermo Provincia di Ragusa Provincia di Siracusa Provincia di Trapani
::Chiesa di S.Giacomo a Geraci Siculo » Storia

Eventi Cartoline Galleria Commenti Link

Ove son or le meraviglie tue
O regno di Sicilia? Ove son quelle
Chiare memorie, onde potevi altrui
Mostrar per segni le grandezze antiche?

(Dal Fazello - Storia di Sicilia,
deca I,lib. VI,cap.I)



Chiesa di S.Giacomo

Chiesa di S.Giacomo

Via Biscucco

Ai piedi del Castello sorge la Chiesa di S. Giacomo, recentemente riaperta al culto e alla fruizione, dopo essere stata chiusa per moltissimi anni a causa del cedimento della copertura. La Chiesa è ad una navata con due ampie cappelle laterali. Durante i lavori di restauro del 1984 sono state rinvenute varie sovrapposizioni. In un pilastro è stato trovato un affresco, databile al XIV secolo, raffigurante San Biagio benedicente. Il Santo si staglia sullo sfondo scuro, vivacizzato da un pannello di colore verde profilato di bianco mentre in alto a destra si intravede una scritta: "S.P.Z.VD. AP. ChIPO.

LE OPERE

Nella Chiesa si conservano:
- un prezioso Crocefisso ligneo trecentesco, un'opera della cosiddetta corrente del gotico doloroso siciliano.
- una settecentesca statua lignea, raffigurante San Giacomo, protettore di Geraci, attribuita a ignoto scultore siciliano risalente alla metà del XVI secolo.
- un interessante affresco, posto nell'altare maggiore, raffigurante l'incoronazione della Madonna tra San Giacomo e Santa Chiara d'Assisi con l'Ostensorio in mano. Sullo sfondo sono visibili delle costruzioni, una fontana e un roseto. In alto gli angeli che suonano e il Padre Eterno con il mondo in mano.Gli altri Santi raffigurati sono S. Francesco d'Assisi, San Giacomo, Santa Chiara e San Giovanni Evangelista. Nella parte inferiore a destra c'è una iscrizione: "JOSEPH THOMASIUS S.M. HEBNAIOR TORTORICI PINGEBAT 1587 ovvero "Giuseppe Tomasi S.M. abitatore di Tortorici dipingeva nel 1587". Il fatto che venga rappresentata l'Assunzione di Maria e la presenza dei Santi francescani e di tutte le simbologie dei titoli della Madonna, fanno pensare che si tratti in realtà della macchina lignea dell'altare maggiore della Chiesa del Convento dei Padri Cappuccini di Geraci, che era dedicata, per l'appunto, a Santa Maria Assunta.
- una seconda tela raffigurante la conversione di San Paolo: in alto il Signore e una scritta diagonalmente dall'alto verso il basso riportante: SAULE, SAULE, QUID ME PERSEQUERIS?. In basso San Paolo in abito militare è raffigurato a terra, mentre viene aiutato a sollevarsi da due soldati. Nel margine inferiore sinistro si legge parte di una iscrizione: "DE GALBO CASTRIBONENS 1803".


Scheda Compilata da Virtualsicily Staff © Scheda Compilata da Virtualsicily Staff ©

 Ascolta il testo

Come ci si arriva



Visualizzazione ingrandita della mappa

TOUR VIRTUALE INTERNI






Lascia un commento