Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Segnalazioni Contatti Mappa del sito Mappe satellitari Meteo Cartoline


Provincia di CATANIA


Visita il capoluogo

I Comuni
Chiesa di S. Giuliano - Catania
LE NOVE PROVINCE SICILIANE

Provincia di Agrigento Provincia di Caltanissetta Provincia di Catania Provincia di Enna Provincia di Messina Provincia di Palermo Provincia di Ragusa Provincia di Siracusa Provincia di Trapani
::Chiesa di S. Giuliano a Catania » Storia

Eventi Cartoline Galleria Commenti Link

Ove son or le meraviglie tue
O regno di Sicilia? Ove son quelle
Chiare memorie, onde potevi altrui
Mostrar per segni le grandezze antiche?

(Dal Fazello - Storia di Sicilia,
deca I,lib. VI,cap.I)



Chiesa di S. Giuliano

Chiesa di S. Giuliano

Via Crociferi,36



La chiesa si trova in via Crociferi innanzi il Collegio dei gesuiti ed è contornata da una preziosa cancellata in ferro battuto. Di recente restaurata si mostra agli occhi con la sua elegante facciata convessa e l'armonia dei lineamenti pur semplici le danno un aspetto di rara eleganza.
L'interno anch'esso armonico e limitato nello spazio ha pianta ottagonale ed è illuminato attraverso i finestroni della grande cupola, completamente affrescata dal pittore catanese Giuseppe Rapisardi.
Ha una pianta ottagonale che come si è detto è sormontata da una grande cupola.
L'altare maggiore è una sontuosa costruzione in marmi policromi, bronzi e dorature sparse. Alla sommità ha un tempietto per l'esposizione del Santissimo Sacramento ed un Crocifisso del XIV secolo. Attraverso la finestrella trasparente di un ostensorio è visibile l'ostia consacrata. Agli altri si possono ammirare opere di Olivio Sozzi, Pietro Abbadessa ed un San Giuliano di anonimo del XVIII secolo.
Tra gli affreschi di maggiore rilievo vi è quello della cupola ad opera del concittadino Giuseppe Rapisardi. Mirabile anche un crocefisso in legno del XV sec. d.C.




Scheda Compilata da Virtualsicily Staff © Scheda Compilata da Virtualsicily Staff ©

Come ci si arriva



Visualizzazione ingrandita della mappa






Lascia un commento