Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Segnalazioni Contatti Mappa del sito Mappe satellitari Meteo Cartoline


Provincia di CALTANISSETTA


Visita il capoluogo

I Comuni
Chiesa del Signore dei Misteri
LE NOVE PROVINCE SICILIANE

Provincia di Agrigento Provincia di Caltanissetta Provincia di Catania Provincia di Enna Provincia di Messina Provincia di Palermo Provincia di Ragusa Provincia di Siracusa Provincia di Trapani
::Chiesa del Signore dei Misteri a San Cataldo » Storia

Eventi Cartoline Galleria Commenti Link

Ove son or le meraviglie tue
O regno di Sicilia? Ove son quelle
Chiare memorie, onde potevi altrui
Mostrar per segni le grandezze antiche?

(Dal Fazello - Storia di Sicilia,
deca I,lib. VI,cap.I)



Chiesa del Signore dei Misteri

Chiesa del Signore dei Misteri

Via dei Misteri



La chiesa è situata di fronte al Calvario e risulta eretta con decreto episcopale del 29 giugno 1970, sebbene in realtà essa fu edificata nel 1770, secondo le disposizioni testamentarie di Giuseppe Lo Monaco "il quale il 9 ottobre dello stesso anno costituì delle rendite per la celebrazione delle messe" e nominò padre Biagio Asaro responsabile del servizio liturgico.
La chiesa fu intitolata al Signore del Mestiere o Crocifisso del Mestiere perchè posta alla fine della via Misteri, dove erano collocate le 14 stazioni della via Crucis.
Il Signore dei Mestieri si commemora la seconda domenica di agosto e in passato veniva festeggiato con una fiera di bestiame.
Un'iscrizione posta nella campana riporta la data 1807 e il nome del sacerdote Biagio Asaro, che secondo fonti bibliografiche si riservò il diritto di patronato insieme a Luigi Asaro, fondatore della chiesa.
Nel 1870 il crollo della volta causò l'abbandono dell'edificio e solo nel 1900 la volta fu ricostruita e i muri furono consolidati.
Durante la seconda guerra mondiale fu distrutta e ricostruita dal terz'ordine francescano che continua a garantirne la custodia.
Successivamente, però, la chiesa fu chiusa al culto per parecchi anni ed utilizzata come deposito.
Tra la fine del Novecento e il 2004 Filomena Calabrese, ministro dell'Ordine Francescano Secolare, s'impegnò a riaprire l'edificio, adibito principalmente a sede dell'Ordine Francescano.
Nel 2011 le decorazioni dell'abside sono state restaurate: sono stati puliti i fregi in foglia oro, recuperate le decorazioni delle cornici in gesso e dei capitelli; è stata effettuata la coloritura generale della volta e delle pareti con idropittura traspirante. In quest'occasione la muratura interna, interessata da umidità ascendente, è stata risanata con posa in opera di intonaco deumidificante, rifinito da tonachina a base di calce.

Descrizione

Piazza Calvario, realizzata negli anni Sessanta per lo svolgimento della processione e della rappresentazione della Scinnenza in occasione del Venerdì Santo, è caratterizzata da una gradonata curva chiusa da due ali rettilinee, che ospitano quattordici cappelle con al centro una cappella curvilinea che recentemente è stata restaurata. Nelle cappelle che ospitavano le vare, ossia i gruppi statuari di cartapesta rappresentanti i Misteri della via Crucis, sono stati collocati pannelli in ceramica a bassorilievo, nella cappella centrale, con la croce sulla terrazza, è stata posta la via Lucis.
Il prospetto principale della chiesa, a capanna con falde leggermente curve, è concluso da una cella campanaria ad arco a tutto sesto, che probabilmente ospitava la campana posta attualmente dietro l'abside. L'aula, con tetto a vista, è separata dall'abside da un arco a sesto ribassato sovrastato dallo stemma dei francescani. La pianta è ad aula e l' edificio in muratura continua intonacata, copertura a due falde.
L'altare è costituito da un elemento murario con un basamento in mattoni pressati e mensa in marmo bianco carrara.





Scheda Compilata da Virtualsicily Staff © Scheda Compilata da Virtualsicily Staff ©

Come ci si arriva



Visualizzazione ingrandita della mappa

TOUR VIRTUALE INTERNI






Lascia un commento