Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Segnalazioni Contatti Mappa del sito Mappe satellitari Meteo Cartoline


Provincia di CATANIA


Visita il capoluogo

I Comuni
Chiesa S. Maria Odigitria
LE NOVE PROVINCE SICILIANE

Provincia di Agrigento Provincia di Caltanissetta Provincia di Catania Provincia di Enna Provincia di Messina Provincia di Palermo Provincia di Ragusa Provincia di Siracusa Provincia di Trapani
::Chiesa S. Maria Odigitria a Mineo » Storia

Eventi Cartoline Galleria Commenti Link

Ove son or le meraviglie tue
O regno di Sicilia? Ove son quelle
Chiare memorie, onde potevi altrui
Mostrar per segni le grandezze antiche?

(Dal Fazello - Storia di Sicilia,
deca I,lib. VI,cap.I)



Chiesa S. Maria Odigitria

Chiesa S. Maria Odigitria

via Trinacria 142



Sita nella parte nord ovest della città troviamo la chiesa di S. Maria d'Odigitria. La chiesa fu fondata in epoca bizantina accanto ad una delle porte di città chiamata Porta di S. Maria degli Angeli.
Nel 1620 i Padri Minori Osservanti costruirono un convento proprio in prossimità della chiesa. Dopo alterne vicende nella seconda metà del XIX secolo i frati dovettero lasciarlo, e il cenobio nel 1888 fu trasformato in Ospedale civico, l'attuale Ospedale San Lorenzo. Da questo momento la chiesa non fece più parte del vecchio convento. Nel 1913 fu oggetto di restauro ad opera del canonico Nolfo. L'aspetto attuale è grosso modo quello ottenuto da un nuovo restauro richiesto dopo il terremoto del 1959. La chiesa è ad una navata e custodisce tra i tanti tesori due statue in legno provenienti dalla chiesa di Santa Maria degli Angioli (una raffigurante Sant'Anna con Maria giovanetta e l'altra Maria SS. degli Angeli), scolpite entrambe da mano maestra.
Ne troviamo inoltre una terza che raffigura la Madonna dell' Aiuto, fatta scolpire in marmo per devozione di Matteo Mauro Garroni. In questa chiesa oltre le opere in scultura, si trovano anche quelle in pittura. Sono le pale di altare raffiguranti S. Pasquale Nailon con S. Agrippina, lo sposalizio della Madonna SS. con S. Giuseppe e inoltre immagini quali Sacro Cuore, l'Addolorata, S. Francesco d' Assise, S. Antonio di Padova e S. Filomena. Oggi la chiesa è in ottimo stato di conservazione.
In essa vi sono cinque altari compreso l'altare maggiore dedicato alla Madonna dell'Aiuto, a S. Maria degli Angeli, alla Porzuncola, allo sposalizio della Madonna e a S. Pasquale nailon con S. Agrippina e le rispettive tele d'altare o statue. La chiesa sorse nel periodo bizantino mentre il convento dei Padri Osservanti ad essa adiacente, oggi ospedale, fu edificato nel 1620.
La chiesa dell'Itria è stata per decenni il cuore di un rione molto coeso e orgoglioso delle proprie peculiarità. La tradizione del Gioco dell'antenna, che fino degli anni '90 si svolgeva nel quartiere durante la festa della Bedda Matr'Aiutu (Maria Ausiliatrice), ne è stato per anni un simbolo tangibile.





Scheda Compilata da Virtualsicily Staff © Scheda Compilata da Virtualsicily Staff ©

Come ci si arriva



Visualizzazione ingrandita della mappa






Lascia un commento