Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Segnalazioni Contatti Mappa del sito Mappe satellitari Meteo Cartoline


Provincia di CALTANISSETTA


Visita il capoluogo

I Comuni
Chiesa S. Maria Maddalena Penitente
LE NOVE PROVINCE SICILIANE

Provincia di Agrigento Provincia di Caltanissetta Provincia di Catania Provincia di Enna Provincia di Messina Provincia di Palermo Provincia di Ragusa Provincia di Siracusa Provincia di Trapani
::Chiesa S. Maria Maddalena Penitente a Caltanissetta » Storia

Eventi Cartoline Galleria Commenti Link

Ove son or le meraviglie tue
O regno di Sicilia? Ove son quelle
Chiare memorie, onde potevi altrui
Mostrar per segni le grandezze antiche?

(Dal Fazello - Storia di Sicilia,
deca I,lib. VI,cap.I)



Chiesa S. Maria Maddalena Penitente

Chiesa S. Maria Maddalena Penitente

Via Medaglie d'Oro



Cronologia delle principali fasi costruttive
1730: Risulta compresa nell'elenco delle chiese urbane esistenti, redatto dal padre Agostino Riva.
1870: Viene realizzato il prospetto in stile neogotico
1877: Inaugurazione della chiesa

Storia
Tra le chiese di San Domenico, Santa Croce e Santa Domenica, nel rione detto "Firlizzelle", appartenente al quartiere S. Venera, oggi San Francesco, intricatissimo di stradine e vicoli, si trova la chiesa della Maddalena che si apriva al culto nella festa del 22 luglio in onore della santa. Nel passato, la notte tra il sabato Santo e la domenica di Pasqua, la chiesa restava aperta per accogliere i devoti che cantavano le lodi della passione di Cristo. Ma ben presto tale usanza religiosa divenne occasione di festa popolare e Mons. Guttadauro, nei primi anni del suo governo pastorale, volle mettervi fine ordinando che in quella notte le porte della chiesuola non si aprissero più. Intorno al 1870, il benefattore Girolamo Miraglia curò l'ingrandimento della piccola chiesa. Pochi anni dopo l'impresario Michele Sacco, con propri fondi, per devozione, realizzò il grazioso prospetto.

Posizione
L'apertura della via Medaglie d'Oro ha reso visibile la chiesetta, un tempo inglobata nell'intricato dedalo di vie che caratterizza il quartiere Angeli.

Descrizione
II prospetto in neogotico catalaneggiante è caratterizzato da un portale ad arco a carena rovesciata. All'interno della chiesa si notano due nicchie fiancheggianti l'altare maggiore che in passato erano occupate dalle statue della Veronica e di Gesù con la Croce che si avvia al Calvario, le quali formavano uno dei gruppi scultorei della processione del Giovedì Santo. Completa l'interno l'altare maggiore con intagli pregiati in legno dorato.




Scheda Compilata da Virtualsicily Staff © Scheda Compilata da Virtualsicily Staff ©

Come ci si arriva



Visualizzazione ingrandita della mappa






Lascia un commento