Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Segnalazioni Contatti Mappa del sito Mappe satellitari Meteo Cartoline
MONUMENTI DELLA CITTA'

LE NOVE PROVINCE SICILIANE

Provincia di Agrigento Provincia di Caltanissetta Provincia di Catania Provincia di Enna Provincia di Messina Provincia di Palermo Provincia di Ragusa Provincia di Siracusa Provincia di Trapani
:: Modica » Monumenti e Luoghi di interesse

Storia Eventi Cartoline Galleria Brochure Commenti Link

Con il tragico terremoto del 1693, rasa quasi completamente al suolo, Modica cambia volto e presto rinasce a nuova vita grazie al fervore tardo-barocco con cui si volle riportare all'antico fasto la città. Tra le vie che legano Modica Bassa a Modica Alta è possibile assistere ad una visione d'insieme di grande suggestione, dove il più fine barocco siciliano è l'assoluto protagonista.

PASSEGGIANDO PER MODICA BASSA
Emblema della città bassa è sicuramente il superbo Duomo di S. Pietro (XIV sec.) posto sulla sommità di una fastosa scalinata scandita dalle statue degli Apostoli. Il cuore della città è rappresentato da Piazza Municipio, impreziosita da importanti costruzioni ottocentesche tra cui spiccano la Chiesa di S. Domenico e l'omonimo Convento, oggi sede del Palazzo di Città. Sempre in centro, sovrastati dalla rupe del Castello, con la caratteristica Torre dell'orologio, si ergono l'ex Monastero delle Benedettine, la Chiesetta rupestre di S. Nicolò Inferiore, con i suoi molteplici affreschi tardo-bizantini e normanni, la Chiesa di S. Maria del Soccorso e la Chiesa di S. Maria delle Grazie , con attiguo l'ex Convento dei Padri Mercenari che oggi ospita la Biblioteca Comunale, il Museo Etnografico e , soprattutto, il Museo Ibleo delle Arti e Tradizioni Popolari.
Splendide anche la Chiesa del Carmine e la Chiesa di S. Maria di Betlemme dichiarata, tra l'altro, monumento nazionale. Fra i nobili palazzi barocchi che arricchiscono Corso Umberto, ricordiamo Palazzo Manenti, Palazzo Tedeschi e Palazzo Cannata. Una menzione particolare merita di certo la casa che, al numero 84 di Via Posterla, diede i natali al poeta Salvatore Quasimodo, premio Nobel per la letteratura.

PER LE VIE DI MODICA ALTA
Salendo la sontuosa gradinata che attraversa gli Orti del Piombo, rapisce immediatamente lo sguardo la magnificenza del Duomo Barocco di S. Giorgio, Patrono di Modica Alta, uno dei capolavori architettonici più prestigiosi della città e prototipo delle chiese settecentesche di Sicilia.
Fra i tesori Artistici di Modica Alta annoveriamo la Chiesa di S. Giovanni Evangelista, il cui campanile rappresenta il punto più alto della città, la Chiesa S. Maria di Gesù, la Chiesa di S. Lucia, Palazzo Napolino e Palazzo Tommasi.