Home Page Chi siamo Cosa offriamo Finalità Partecipa Donazioni Contatti Segnalazioni Mappa del sito Meteo Cartoline


Provincia di PALERMO


Visita il capoluogo

I Comuni
Famiglia Abbate
LE NOVE PROVINCE SICILIANE


::Abbate a Palermo » Storia

Storia Monumenti Eventi Cartoline Galleria Brochure Commenti Link



Arma: diviso di verde e d'argento. Corona di marchese.



Il Mugnos dà per ceppo a questa famiglia un Papirio cavaliere romano che, dopo aver donato al proprio figlio Ascanio tutti i beni che possedeva, ritirossi nel monastero di Montecassino dove venne eletto abate e poscia, per la morte senza prole del figlio, depose l'abito, prese nuovamente moglie ed ebbe figli, che furon detti dell'Abbate. Tale origine, come tante altre rinvenute dal Mugnos, non merita di esser presa in seria considerazione, ma di essere del tutto scartata. è però indubitato che questa famiglia sia sin da antico venuta in Palermo ed il Fazello ci parla di un Palmerio Abbate compagno del Procida all'epoca del Vespro Siciliano. Un Troiano Abbate barone di Gibellina fu senatore di Palermo negli anni 1499 e 1500; un Gabriele Abbate sposò Isabella Ventimiglia eredera della baronia di Ucria della quale egli, nel nome maritale, chiese ed ottenne a 16 luglio 1453 conferma; un Rinaldo fu capitano giustiziere di Palermo negli anni 1536-37, un Andrea senatore nel 1559-60; un Vincenzo barone di Ucria a 12 marzo 1576 ottenne la concessione del titolo di regio cavaliere ed un Giacomo occupò nell'anno 1584-85 la carica di capitano di giustizia di Palermo. Un Matteo sposò la nobile Fara Mortillaro e fu padre di: Ignazio-Vincenzo, Giuseppe, che fu governatore del Monte di Pietà di Palermo negli anni 1743, 1756, e 1757 e senatore della stessa città negli anni 1728-29, 1743-44 e 1758-59; e Giovanni che fu sacerdote.
Ignazio-Vincenzo Abbate e Mortillaro, per nominazione ottenuta presso gli atti di notar Leonardo di Maggio di Palermo a 15 luglio 1723 da Domenico de Castro, compratore del titolo di marchese di Lungarini da potere di Pietro de Molina pro persona nominanda, fu marchese di Lungarini per investitura del 18 settembre 1723. Fu pure primo barone di Ficarra e signore di Castelbrolo e Jannello, in sua famiglia, come per investitura del 12 marzo 1738 e morì in Palermo nel giorno 26 di gennaro dell'anno 1761, dopo aver celebrato il suo testamento presso gli atti di notar Antonino Maria di Maggio e Castiglia 13 marzo 1756, che venne aperto presso gli stessi atti a 31 gennaio dell'anno 1761; nel quale istituì suo erede il figlio: Mariano che s'investì del detto titolo di marchese di Lungarini a 28 settembre 1761, e del titolo di barone di Ficarra a 21 giugno 1761. Da Mariano e da Agata Branciforte e Federici dei principi di Scordia ne vennero: Ignazio, Emmanuele Salvatore ed Anna che fu moglie di Michele Busacca marchese di Gallidoro. A 16 agosto 1806 moriva Mariano Abbate, ed il figlio primogenito: Ignazio Abbate e Branciforte s'investiva del titolo di marchese di Lungarini a 15 settembre 1808, di quello di barone di Ficarra a 12 maggio 1808 e di quello di signore di Castelbrolo e Iannello a 13 dello stesso mese. Sposò questi in prime nozze: Serafina la Grua figlia di Antonio principe di Carini, dalla quale ebbe: Mariano, Antonino, Caterina, Giuseppa ed Agata; ed in seconde nozze: Marianna Maiorana dei marchesi di Leonvago dalla quale ebbe: Giovanna moglie del generale Salvatore Musto e madre di Raffaele-Baldassare Musto ed Abbate che vanta oggi il diritto ai titoli di casa Abbate.

Scheda Compilata da Virtualsicily Staff © Scheda Compilata da Virtualsicily Staff ©


Biografie a

Castello di Trabia Castello di S.Nicola l'Arena






Lascia un commento